Casa Internazionale delle Donne, 11 giugno 2014: Festa di chiusura del progetto “Sumaq Qamana-Vivir Bien”, dal SAL.

Mercoledì 11 giugno, ore 19.30, presso la Casa Internazionale delle Donne si terrà la festa conclusiva del progetto “Sumaq Qamana – Vivir Bien”. L’evento aprirà con un dibattito in cui interverranno Teresa Subieta e Marcelina Matias di Contexto Bolivia, Ninosca Wuasco Mamani della Federacion Regional Unica de Mujeres Campesinas  de Illimani e Pèilar Saravia No.Di.

Al termine ci sarà una cena etnica solidale e il concerto del gruppo CHILOE.

Il progetto concluso è stato un’esperienza di cooperazione decentrata, solidarietà internazionale e animazione territoriale tra Roma e le comunità andine boliviane del Municipio di Irupana. In particolare si è concentrato sul protagonismo locale, soprattutto delle donne, e l’azione comunitaria. Il progetto ha riscosso successo al punto tale da estenderlo ad altre comunità che non erano previste all’inizio del progetto.

L’incontro organizzato con l’Ass. di donne immigrate No.Di., l’Ass. Terre Madri e la Casa Boliviana a Roma, è aperto a tutte le persone che fossero interessate (è un evento di raccolta fondi per il Progetto e l’offerta consigliata è di 20 euro).
È importante la prenotazione entro lunedì 9 giugno.

Per informazioni e prenotazioni:

347.8236976

info@saldelatierra.org

COMUNICATO STAMPA

Dalla Ande boliviane al Campidoglio
SUMAQ QAMANA – VIVIR BIEN
Mercoledì 11 giugno 2014 alle ore 10,00 presso la Sala del Carroccio in Campidoglio a Roma avrà luogo una conferenza stampa sui risultati di tre anni di cooperazione decentrata tra la città di Roma e le comunità andine boliviane del Municipio di Irupana (Sub Alcaldia di Lambate). Il saluto dell’Ambasciatore in Italia dello Stato Plurinazionale di Bolivia S.E. il Sig. Ayaviri Gomez aprirà questo momento di confronto e di verifica su una fruttuosa esperienza di cooperazione, solidarietà internazionale e animazione territoriale.
Le comunità andine beneficiarie del Progetto, poste a più di 4.500 mt. slm tra la Cordigliera dell’Illimani e quella del Mururata in Bolivia, abitate in prevalenza da popolazione di etnia Aymara, lottano quotidianamente con i problemi dovuti all’isolamento e alla scarsità dei servizi (trasporti, scuole, salute). Allo stesso tempo però è forte il protagonismo locale, soprattutto delle donne, e l’azione comunitaria. Dopo tre anni di visite reciproche e lavoro sul territorio, sia in Bolivia che in Italia, molti sono gli obiettivi raggiunti e gli effetti moltiplicatori che si sono attivati. In particolare si segnalano: in Bolivia, l’allargamento del Progetto ad altre comunità locali non previste nella fase iniziale e questo grazie alla fattiva collaborazione dei comitati di donne e del coinvolgimento delle Istituzione pubbliche locali; in Italia il fattivo coinvolgimento della comunità boliviana a Roma che ha permesso un autentico evento di cooperazione interculturale.
Ne parleranno con noi una dirigente Aymara la Sig.ra Minosca Wuasco Mamani, la responsabile di Contexto, la ONG partner boliviana, la Dott.ssa Teresa Subieta e il prof. Cristiano Colombi, dell’Ass. S.A.L. Solidarietà con l’America Latina ONLUS, capofila del Progetto in Italia. Seguirà un dibattito animato dai rappresentanti delle altre associazioni Partner (No.Di i Nostri Diritti – Ass. Terre Madri – La Bottega del CE&S Ujamaa – BioJob Catering biologico, ecc.) espressione della società civile italiana e da rappresentanti della comunità boliviana a Roma.
Sempre Mercoledì 11 giugno 2014 dalle ore 19,00 presso la Casa Internazionale delle Donne in Via della Lungara, 19 (Trastevere) continuerà il Dibattito, l’incontro e la Festa per la chiusura del Progetto con un momento di Approfondimento del protagonismo delle donne nei processi di cambiamento verso il Vivir Bien, nel contesto andino. Nel prestigioso contesto del chiostro seicentesco dell’Ex Convento che ospita la Casa Internazionale delle Donne seguirà una Cena Etnica di Solidarietà e un Concerto di Musica Latinoamericana d’autore e popolare con il Gruppo di Ricerca CHILOE. L’incontro organizzato con l’Ass. di donne immigrate No.Di., l’Ass. Terre Madri e la Casa Boliviana a Roma, è aperto a tutte le persone che fossero interessate (è un evento di raccolta fondi per il Progetto e l’offerta consigliata è di euro 20).
È importante la prenotazione entro lunedì 9 giugno.

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.