È uscito il nuovo libro di Riccardo Petrella intitolato “Nel nome dell’umanità – Un patto sociale mondiale tra tutti gli abitanti della Terra” (Edizioni Il Margine, 2017).

L’opera sarà presentata dall’autore stesso il 22 novembre alle ore 17:30, presso la sede dell’associazione Altramente-Scuola per tutti, sita in Via Francesco Laparelli 60 (Roma). Saranno presenti: Patrizia Sentinelli, presidente di Altramente-Scuola per tutti e Claudio Tosi, presidente del CEMEA del Mezzogiorno.

L’umanità ha bisogno di un nuovo patto sociale mondiale, fondato sulla fine della globalizzazione guerriera, sulla cessazione di un’economia predatrice della vita sulla Terra, sullo sradicamento delle cause strutturali dell’ineguaglianza e dell’impoverimento dei più.

Il libro, ricco di fatti, analisi e proposte, espone soluzioni realizzabili che potrebbero cambiare il mondo. L’autore chiama l’umanità a dichiarare illegale la povertà, bandire la guerra, mettere fuorilegge il sistema finanziario, liberarsi dalla paura e dal cinico pragmatismo, essere audace, utopica. Invita noi tutti a divenire costruttori di un mondo diverso da quello che abbiamo ereditato; ci incoraggia a scegliere di contrastare chi distrugge i beni comuni in nome di Dio, del popolo-nazione o del denaro.

Riccardo Petrella rappresenta una delle voci più autorevoli a livello internazionale sui beni comuni e in particolare sul diritto all’acqua. Già direttore del Centro europeo di ricerche sociali comparative di Vienna e Senior Researcher presso il Consiglio internazionale delle scienze sociali di Parigi, dal 1978 al 1994 ha diretto, presso la Commissione europea, il programma Fast (Forecasting and Assessment in Science and Technology). Dal 1982 al 2005 è stato professore dell’Università Cattolica di Lovanio, tenendo corsi di Politica scientifica e tecnologica e Mondializzazione dell’economia. Attualmente è presidente dell’Istituto europeo di ricerca sulla politica dell’acqua (Ierpe). Petrella figura tra i fondatori del Gruppo di Lisbona (1991), del Comitato internazionale per il contratto mondiale dell’acqua (1997) e dell’Università del Bene Comune. Nel 2012 ha lanciato in Italia l’iniziativa internazionale «Dichiariamo illegale la povertà – Banning Poverty 2018».

 

 

Articoli con lo stesso argomento:

Un commento per 22 novembre, Roma: presentazione del nuovo libro di Riccardo Petrella, da Altramente

  1. […] 22 novembre, Roma: presentazione del nuovo libro di Riccardo Petrella, da Altramente sembra essere il primo su Solidarietà e Cooperazione […]

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.