Venerdì 23 febbraio: Giornata di digiuno, preghiera e impegno per la pace.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI aderisce alla giornata di digiuno indetta da papa Francesco per la ricerca della pace in Sud Sudan, Congo e in tutto il mondo.

22 febbraio 2018Sono almeno 36 i paesi che oggi sono direttamente coinvolti in guerre e conflitti armati: tra questi ci sono la Repubblica Democratica del Congo e del Sud Sudan a cui Papa Francesco ha voluto dedicare questa giornata. Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione CIPSI ha dichiarato: “Ciascuno di noi può e deve fare qualcosa per la pace. Per questo Solidarietà e Cooperazione CIPSI aderisce alla giornata di digiuno per la ricerca della pace nel mondo indetta per domani venerdì 23 febbraio da Papa Francesco. È un invito che accogliamo e riproponiamo alle persone delle associazioni che compongono il nostro coordinamento”. “Che cosa posso fare io per la pace?. Sicuramente possiamo pregare; ma non solo: ognuno può dire concretamente “no” alla violenza per quanto dipende da lui o da lei. Perché le vittorie ottenute con la violenza sono false vittorie; mentre lavorare per la pace fa bene a tutti!” così dice Papa Francesco, che invita “anche i fratelli e le sorelle non cattolici e non cristiani ad associarsi a questa iniziativa nelle modalità che riterranno più opportune”. “È giunto il tempo di scelte chiare e concrete, continua Barbera, anche e soprattutto a livello politico. Dobbiamo saper dire chiaramente che le spese militari non servono a garantire la Pace, ma solamente a soddisfare gli interessi economici e di potere! Con le armi alimentiamo divisioni, conflitti e morte. Non salviamo e non proteggiamo la vita! Aumentando la disponibilità e l’accesso alle armi, aumentiamo la violenza e le guerre. Solo eliminando le armi, possiamo ritornare alla Pace. A scuola non serve dare una pistola all’insegnante per garantire la sicurezza dei ragazzi. Serve piuttosto permettere agli insegnanti di educare alla cittadinanza globale e alla pace! Per questo, insieme, dobbiamo dire BASTA alle armi. Chiedere una diminuzione drastica delle spese militari ai nostri politici. Questo è quanto chiediamo”. Per queste ragioni Solidarietà e Cooperazione CIPSI invita tutti ad unirsi il prossimo 23 febbraio alla Giornata promossa da papa Francesco, attraverso il digiuno, l’impegno, la preghiera, o una laica meditazione per la pace.

Partecipando a questa Giornata, facciamo anche un nuovo passo verso la Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità del 7 ottobre 2018. Una Marcia della nonviolenza che deve aiutarci a vincere l’indifferenza e la rassegnazione e ad accrescere il nostro impegno personale e collettivo.

 

Ufficio Stampa Cipsi, Nicola Perrone, ufficiostampa@cipsi.it – M 329.0810937

Un commento per 23 febbraio: il Cipsi aderisce alla giornata di digiuno per la Pace indetta da papa Francesco

  1. […] 23 febbraio: il Cipsi aderisce alla giornata di digiuno per la Pace indetta da papa Francesco sembra essere il primo su Solidarietà e Cooperazione […]

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.