​​UNICEF: 2,3 milioni di bambini spagnoli a rischio di povertà.

24 giugno 2014- Più di 2,3 milioni di bambini (il 27,5%) sono a rischio di povertà in Spagna, secondo il rapporto “La infancia en España 2014. El valor social de los niños: hacia un Pacto de Estado por la Infancia presentato oggi a Madrid dall’UNICEF Spagna.

E’ aumentata la percentuale di bambini che soffrono di grave deprivazione materiale: dal 5,5% del 2008 al 8,3%. Tra le cause dell’aumento del tasso di povertà infantile: il numero di famiglie con bambini con adulti disoccupati è triplicato dal 2007 e si sta avvicinando ad un milione.
La povertà in Spagna ha il volto di bambino – Il rapporto mostra che la povertà in Spagna ha ancora il volto di un bambino. Analizzando i dati per tipo di famiglia, la tendenza è confermata: le famiglie con bambini sono sensibilmente più povere della media rispetto alle famiglie senza figli.
La Spagna ha elevati tassi di insuccesso scolastico (23,1%) e di abbandono scolastico  (il 23,5%, il più alto in Europa), anche se in miglioramento.Gli investimenti su borse di studio e buoni per libri e mense sono stati ridotti del 45% dal 2008.

Istruzione: cresce la disuguaglianza nelle classi – l’evoluzione del welfare e delle pari opportunità in materia di istruzione riflette politiche per l’infanzia non sempre efficaci per frenare la povertà e la disuguaglianza. La Spagna è dopo la Grecia, il secondo paese dell’UE con minori capacità di ridurre la povertà infantile: l’investimento della Spagna nelle politiche di protezione sociale dell’infanzia è inferiore alla media UE, con una spesa pro capite di 270 € l’anno rispetto ai 510 € della media europea.

 

L’UNICEF Spagna ritiene urgente “un patto di Stato” per affrontare gli aspetti basilari tesi a ridurre la povertà infantile e per garantire pari opportunità in materia di istruzione.

 

Rapporto completo “La infancia en España 2014. El valor social de los niños: hacia un Pacto de Estado por la Infancia:

http://www.unicef.es/sites/www.unicef.es/files/infancia-espana/unicef_informe_la_infancia_en_espana_2014.pdf

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa UNICEF Italia, tel.: 06/47809233-346 e cell.: 335/7275877; e-mail: press@unicef.it, sito-web:www.unicef.it.

Portavoce UNICEF Italia: tel.: 06/47809355, cell.: 342/8096397; e-mail: portavoce@unicef.it

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.