Si terrà a Roma, nei giorni 24 e 25 gennaio 2018 la Prima Conferenza Nazionale sulla Cooperazione allo Sviluppo prevista dall’articolo 16 della legge 125/14.

L’evento, intitolato “Novità e futuro: Il mondo della Cooperazione Italiana fra testimonianze e nuovi approcci”, vuol essere un’occasione per fare il punto sul sistema Italia della cooperazione e guardare al futuro, incrociando i temi dell’attualità e dello sviluppo sostenibile. L’obiettivo finale però è quello di favorire la partecipazione dei cittadini, soprattutto giovani, nella definizione delle politiche di cooperazione allo sviluppo.

L’organizzazione porta le firme della Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) e dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). L’apertura -mattinata del 24 gennaio- sarà quindi a carattere istituzionale: parleranno il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni (da confermare), il Ministro degli Esteri Angelino Alfano, il Vice Ministro con delega alla Cooperazione Mario Giro, il Ministro per le Finanze Padoan (da confermare), il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda e il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. E’ confermata la partecipazione del Presidente del Senegal Macky Sall e del Commissario europeo per lo Sviluppo Neven Mimica.

Nel pomeriggio del 24 gennaio si susseguiranno dei panel di approfondimento su alcuni temi specifici quali: giovani (con focus sulle opportunità di carriera nelle attività di cooperazione; comunicazione; migrazioni; sviluppo sostenibile; coinvolgimento del settore privato nella cooperazione. I contributi e suggerimenti operativi che emergeranno verranno raccolti in un Documento di sintesi, destinato ad orientare la futura programmazione delle attività di cooperazione.

La giornata del 25 gennaio invece prevederà una seconda sessione plenaria orientata al coinvolgimento dell’opinione pubblica sui temi della Cooperazione allo Sviluppo. Saranno raccontate storie dal “field” per testimoniare l’impatto positivo di alcuni progetti volti al miglioramento delle condizioni di vita dei beneficiari, nonché i contributi di personalità del mondo dell’imprenditoria, dello spettacolo, della cultura, dell’arte, dello sport, impegnate in attività sociali e umanitarie.

L’iniziativa intende rivolgersi soprattutto ai giovani. Tra le tematiche da affrontare: quali prospettive ed opportunità lavorative offre la Cooperazione Internazionale?

Per programma e iscrizioni: https://www.conferenzacoopera.it/

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.