In concomitanza con la ricorrenza dei 30 anni dell’Associazione, VISES organizza il convegno dal titolo: Alternanza Scuola Lavoro: quale futuro?

Si svolgerà martedì 24 ottobre dalle ore 15.30 presso la sede Federmanager in via Ravenna, 14 a Roma.
L’evento ospiterà esperti del mondo della scuola e dell’impresa chiamati a interrogarsi sul tema, analizzando lo scenario a livello nazionale ed internazionale.
Sarà, inoltre, l’occasione per presentare le iniziative realizzate da Vises e Federmanager che avvicinano il mondo dell’istruzione e quello dei manager grazie al contributo di dirigenti e alte professionalità.
I rappresentanti del mondo dell’impresa, della scuola e delle istituzioni dialogheranno poi insieme per una valutazione finale sul futuro dell’alternanza in un’ottica di collaborazione tra tutti i protagonisti coinvolti.

Per confermare la partecipazione scrivere all’indirizzo: vises@federmanager.it

Per visionare il programma dell’evento: http://www.vises.it/alternanza-scuola-lavoro-quale-futuro-roma-24-ottobre-2017/

Tagged with →  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.