Cento anni di guerre bastano!

Riconoscete il diritto alla pace!

Appello per il riconoscimento del diritto alla pace di centinaia di esponenti laici e religiosi.

Domani 3 luglio 2014 incontro pubblico dei promotori a Roma presso il Senato.

“Cento anni di guerre bastano! Abbiamo diritto di vivere in pace!”. “Dopo cento anni di orribili massacri e crimini contro l’umanità è venuto il tempo di riconoscere che la pace è un diritto umano fondamentale della persona e dei popoli, pre-condizione necessaria per l’esercizio di tutti gli altri diritti umani. Un diritto che deve essere effettivamente riconosciuto, applicato e tutelato a tutti i livelli, dalle nostre città all’Onu.” E’ l’appello diffuso oggi da centinaia di presidenti e responsabili di associazioni, gruppi, riviste e organizzazioni, laiche e religiose, del nostro paese, tra i quali Padre Mauro Gambetti, Custode Sacro Convento San Francesco di Assisi, don Luigi Ciotti, Presidente Gruppo Abele, Antonio Papisca del Centro Diritti Umani Università di Padova, Flavio Lotti del Comitato promotore Marcia per la pace Perugia-Assisi, Giuseppe Giulietti, Portavoce Articolo 21, il Generale Fabio Mini e il Presidente del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani Andrea Ferrari.

“Il riconoscimento giuridico del diritto alla pace da parte della comunità internazionale, di cui si sta discutendo al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, impegnerà gli stati ad agire con maggiore determinazione e coerenza in favore della sicurezza umana, di un disarmo reale, della risoluzione pacifica dei conflitti in corso, del rafforzamento democratico delle istituzioni internazionali, della costruzione del sistema di sicurezza collettiva previsto dalla Carta delle Nazioni Unite fondato sul rigoroso rispetto di tutti i diritti umani per tutti.”

“Per l’affermazione del diritto alla pace –continua l’appello- devono mobilitarsi tutte le persone di buona volontà, le associazioni di volontariato, i movimenti sociali, in particolare gli Enti locali e le Regioni che in Italia, per primi al mondo, a partire dagli anni ‘80 hanno inserito in migliaia di statuti e di leggi l’esplicito riconoscimento del diritto alla pace come diritto della persona e dei popoli.”

La campagna per il riconoscimento del diritto alla pace e il programma di iniziative che culmineranno con la Marcia Perugia-Assisi del prossimo 19 ottobre 2014 sarà al centro dell’incontro “L’Italia per il Diritto alla Pace” che si svolgerà domani giovedì 3 luglio 2014 a Roma, presso il Senato della Repubblica (ore 15.00, sala Capitolare, Piazza della Minerva, 38).

Le richieste di accredito per giornalisti, fotografi e teleoperatori devono essere inviate all’Ufficio stampa del Senato – al fax 06.6706.2947 o all’ email accrediti.stampa@senato.it.

L’appello e l’elenco dei firmatari è disponibile su: http://www.perlapace.it/index.php?id_article=10668

 

Amelia Rossi – Ufficio stampa Comitato Promotore Marcia Perugia-Assisi

Cell 335.1401733 – Tel 075/5722479 – Fax 075/5721234

email: stampa@perlapace.it

www.perlapace.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.