copertina mujica

Il prossimo 3 luglio ci sarà la prima presentazione del libro scritto su Pepe Mujica, presidente dell’Uruguay, da Gianni Tarquini e Nadia Angelucci.  Sarà a Roma, alle ore 18 alla Libreria Arion di Palazzo delle Esposizioni, entrata da Via Milano 15/17. Presentano il volume Geraldina Colotti de Le Monde Diplomatique, Riccardo Staglianò de Il Venerdì di Repubblica e l’editore Germano Panettieri.

PS Se volete saperne qualcosa di più su Le Monde Diplomatique del mese di giugno (in edicola con Il Manifesto fino a metà luglio) c’è una recensione del libro.

____________________________________________________

IL PRESIDENTE IMPOSSIBILE. José Mujica da guerrigliero a capo di stato

di Nadia Angelucci e Gianni Tarquini

con prefazione di Erri De Luca, in allegato intervista a Lucía Topolansky

Nova Delphi, 2014

A chi non è capitato di sentir parlare di Pepe Mujica, il capo di stato più povero del mondo, che vive coltivando fiori in una piccola fattoria nella campagna uruguayana, che dona il 90% del suo stipendio ai poveri e che ha legalizzato l’uso della cannabis nel suo paese? Che parla alla gente con la lingua dei più umili e che fa della sobrietà uno stile di vita? Questo libro racconta proprio la sua storia, al di là del folclore e dell’agiografia che lo dipingono come un ‘santo moderno’. Narra della sua infanzia e gioventù in un Uruguay attraversato da grande fermento culturale e politico, della sua adesione alla lotta armata nel Movimento di Liberazione Nazionale – Tupamaros, dei lunghi anni passati in carcere, ostaggio della dittatura, in isolamento pressoché totale e durante i quali ha rischiato di impazzire. Descrive la sua passione per la terra, la sua storia d’amore con la sua attuale moglie Lucía Topolansky, anche lei guerrigliera, il loro proposito di vivere in campagna come contadini in mezzo agli altri contadini, la sua passione politica che lo ha portato alla presidenza dell’Uruguay. Riporta le sue parole e le sue idee, raccolte dopo un’accurata ricerca tra i tanti documenti, libri, interviste, documentari che lo riguardano o lo vedono protagonista e attraverso conversazioni degli autori con compagni di viaggio, conoscenti e altri protagonisti della vita politica e della guerriglia del paese sudamericano. Gli ultimi capitoli raccontano il suo impegno come Ministro prima e Presidente poi, i progetti di legge che ha implementato e analizza quanto e se la presidenza di un uomo così fuori dalla norma ha cambiato l’Uruguay. In mezzo tanti aneddoti di vita vissuta, alcuni resi noti al grande pubblico per la prima volta grazie a questo libro, dalle rocambolesche fughe dal carcere alla comparsa come attore in un cortometraggio, dall’impegno nel ciclismo come semiprofessionista ai dialoghi con le rane nel fondo di una cella oscura, dalle origini italiane alle domeniche nella Chiesa dei francescani di Nuevo París come chierichetto. La prima biografia italiana di Pepe Mujica.

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.