Nell’ultimo mese sono stati arrestati in Turchia sia il presidente che la direttrice di Amnesty International Turchia. Le accuse vanno dall’appartenenza a gruppi terroristici armati, all’appartenenza al gruppo di sostenitori di Gülen. Accuse ridicole, oltre che infondate. È un attacco senza precedenti ad Amnesty e verso chiunque si batta per difendere i diritti umani. Il Cipsi ha firmato la petizione promossa da Amnesty per chiedere a Erdogan di porre fine a questa assurda repressione.

Difendere i diritti umani non è un reato!

Idil Eser e Taner Kılıç, direttrice e presidente di Amnesty International Turchia sono stati arrestati e rinviati a giudizio per la grottesca accusa di sostegno a organizzazioni terroristiche: come loro, decine di difensori dei diritti umani, giornalisti, accademici, parlamentari e attivisti. In Turchia si respira un clima sempre più pesante di oppressione, favorito dallo stato d’emergenza introdotto dopo il fallito colpo di stato del luglio 2016. Con oltre 120 giornalisti e altri operatori dei media in prigione, varie migliaia di disoccupati per la chiusura di oltre 160 aziende del settore, l’effetto dell’ultima ondata di erosione della libertà di stampa è chiaro: il giornalismo indipendente, in Turchia, è sull’orlo di un precipizio.

Firma anche tu, unisciti alla protesta! 

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.