Si è conclusa la fase di presentazione delle domande. Ringraziamo tutte le giovani e i giovani che hanno scelto di candidarsi al  progetto del Cipsi in Senegal!

—-

È stato pubblicato il Bando per il Servizio Civile Nazionale. CIPSI ricerca 4 giovani per un progetto in Senegal. 

È STATA PROROGATA LA DATA DI SCADENZA DELLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:  23 APRILE 2015 ALLE ORE 14,00. “La proroga riguarda tutti i bandi, sia quelli pubblicati in data 16 marzo 2015 che i nuovi 1046 posti resi disponibili tramite l’integrazione al bando su menzionato”.  http://www.governo.it/backoffice/allegati/78192-10101.pdf

 

CIPSI offre a 4 giovani l’opportunità di vivere, per 12 mesi, una significativa esperienza formativa e di crescita personale attraverso cui contribuire, a livello internazionale, a processi di coesione sociale e di impegno civile.

Il progetto ospiterà 4 volontari del servizio civile in Senegal. La Sede operativa è la Sede di Chiama l’Africa 6 – Pikine – Wakhinane 1 – Parcelle 6462. La sede di Chiama l’Africa si trova nel quartiere periferico di Wakhinane nel Comune d’Arrondissement denominato Pikine Est, dove affluiscono le popolazioni rurali di tutto il Senegal. Gli abitanti vivono per lo più di commercio informale o lavorano a Dakar, ma molto spesso trovano solo piccoli e brevi lavori saltuari; il tasso di disoccupazione è molto alto, soprattutto fra i giovani. Il progetto prevede 4 settori all’interno dei quali andranno ad inserirsi i volontari stessi:

  • un’attività di segretariato sociale a far base dal GIOFF;
  • un’attività di mappatura sociale partecipativa, per sostenere le donne con strategie territorializzate e decentrate e per il sostegno scolare in particolare alle bambine;
  • una volée di comunicazione, a partire dalla radio locale Oxy jeunes e dal bisogno di rinforzo in competenze informatiche per la gestione e la diffusione delle informazioni
  • ed infine una voléé basata sulla necessità di creazione di laboratori artigianali, che possano permettere alle donne di strutturare competenze in ambito lavorativo in modo da avviare attività generatrici di reddito.

Il quartiere di Wakhinane conta circa 7.200 persone concentrate in 637 “concessioni familiari” (case), ognuna delle quali accoglie più nuclei familiari. Il 60% della popolazione è rappresentata da giovani. Nel quartiere esiste una scuola elementare con 886 bambini. Scuole superiori si trovano in altri quartieri. In tutto il comune di Pikine esistono 3 scuole secondarie di cui 2 pubbliche e 1 privata. Nel quartiere c’è un cinema privato dove si proiettano film d’azione (americani o asiatici) di scarso valore culturale. Il progetto proposto nasce e si sviluppa in questo contesto, dove la situazione delle donne e dei minori è a rischio.

SCARICA SINTESI PROGETTO: SHEDA SINTESI

Come fare per vivere un anno di impegno solidale in servizio civile? 

Bisogna essere regolarmente residenti in Italia tra i 18 ed i 29 anni (non compiuti alla data di presentazione della domanda) e presentare la propria candidatura per un unico progetto di servizio civile.

La documentazione per candidarsi dovrà essere consegnata a mano, inviata tramite PEC o spedita in formato cartaceo, entro e non oltre le ore 14.00 del 23 aprile 2015 (non fa fede il timbro postale), e inviata all’ente che realizza in progetto: CIPSI, via Colossi, 53, 00146 Roma. Le condizioni sono contenute nel seguente bando

SCARICA BANDO NAZIONALE: Bando-nazionale-volontari-SNC-2015-Testo

 e la modulistica sul sito  http://www.serviziocivile.gov.it/

 

COME CANDIDARSI

E’ possibile candidarsi al Servizio Civile Nazionale in Italia e all’estero dal 17/03/2015 alle ore 14.00 del giorno 23/04/2015, a seguito della pubblicazione formale da parte dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile del bando per la selezione di volontari da impiegare nei progetti di Servizio Civile Nazionale per l’anno 2015-2016.

Per candidarsi occorre inviare la propria candidatura all’ente che realizza il progetto entro le tempistiche definite dal bando stesso emesso dall’Ufficio Nazionale del Servizio Civile (http://www.serviziocivile.gov.it/). Letto il Bando  di riferimento, scelto il progetto e verificato il possesso dei requisiti per la partecipazione, si dovrà inviare la documentazione richiesta all’Organismo di riferimento.

I requisiti necessari
Per partecipare alla selezione sono necessari i seguenti requisiti:
• Avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni (non compiuti alla data di presentazione della domanda – 28 anni e 364 giorni);
• Cittadino dell’Unione europea;

• Familiare di cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;

• Titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

• Titolare di permesso di soggiorno per asilo;

• Titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria.• Non aver riportato condanne

Documentazione per candidarsi:
Compilare ed inviare presso la sede della ONG che attua il progetto per il quale ci si vuole candidare (l’indirizzo è in fondo alla scheda progetto di interesse) la documentazione di seguito elencata:
• Allegato 2, scarica: Allegato-2-DOMANDA-DI-AMMISSIONE
Allegato 3, scarica Allegato-3-DICHIARAZIONE-TITOLI
• Curriculum Vitae aggiornato
• Fotocopia di un documento d’identità valido
• Fotocopia del proprio Codice fiscale
Modulo sulla privacy CIPSI;  Informativa trattamento Dati Personali
• Qualsiasi certificato o documento che si ritiene utile ai fini della selezione

Come inviare la candidatura:
La Domanda di partecipazione completa degli allegati può essere presentata esclusivamente secondo le seguenti modalità:
–    a mano;
–    a mezzo “raccomandata A/R” (attenzione: non farà fede il timbro postale di invio, ma la data di ricezione in sede delle domande. La candidatura dovrà pervenire direttamente presso la sede dell’Organismo che attua il progetto per il quale ci si vuole candidare. Gli indirizzi sono riportati alla fine di ogni scheda sintetica progetto.)
–   tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) di cui è titolare l’interessato, allegando la documentazione richiesta in formato pdf, all’indirizzo PEC dell’organismo che realizza il progetto (riportato alla fine di ogni scheda progetto)  e avendo cura di inserire nell’oggetto “candidatura SCN  – nome del progetto – nome dell’Organismo” (gestendo l’ente più candidature tramite l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata  è importante specificare per quale progetto si sta sottoponendo la propria candidatura).

Nota Bene: per inviare la candidatura via PEC
– è necessario possedere un indirizzo PEC di invio (non funziona da una mail normale).
– non è possibile utilizzare indirizzi di pec gratuiti con la desinenza “postacertificata.gov.it“, utili al solo dialogo con gli Enti pubblici.

ATTENZIONE: è possibile inviare una sola candidatura per un solo progetto
, pena l’esclusione.

Per informazioni rivolgersi alla sede CIPSI: tel. 06.5414894, cipsi@cipsi.it

Un commento per Servizio Civile: grazie ai giovani che hanno scelto di candidarsi per il progetto del Cipsi in Senegal!

  1. […] Bando per il Servizio Civile. Cipsi cerca 4 giovani per un progetto in Senegal sembra essere il primo su Solidarietà e Cooperazione […]

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.