Si svolgerà il 24 marzo dalle 21:00 alle 24:00 presso l’Auditorium di Via della Conciliazione il Forum “Cambiamo rotta all’Europa” sulla base del documento-appello che segue e la lista delle organizzazioni che hanno aderito. Al Forum parteciperà l’Orchestra europea della Pace e la Scoop Jazz Band per animare la nostra serata.  Si terrà invece, il 25 marzo, la marcia per l’Europa, preceduta dalla Convenzione presso il Centro Congressi di Piazza di Spagna con interventi di parlamentari europei e personalità della politica e della cultura a partire dalle 9:30. (http://www.marciaperleuropa2017.it/)

APPELLO CAMBIAMO ROTTA ALL’EUROPA

Un mondo di pace, solidarietà e giustizia esige più Europa di pace, di solidarietà e giustizia. Eppure l’Unione europea può disgregarsi per gravi errori di strategia politica ed economica, per l’inadeguatezza delle istituzioni e la mancanza di democrazia. Sono stati costruiti muri con i mattoni degli egoismi nazionali soffocando l’idea d’Europa che sanciva la libertà di circolazione delle persone. Così rischia di disintegrarsi la comune casa europea, disegnata nel “Manifesto di Ventotene”, che unisce la prospettiva dello stato federale alla democrazia europea, alla pace e alla lotta alle diseguaglianze. E così si cancellano le speranze di milioni di europei. Negli ultimi dieci anni le politiche di austerità hanno frenato gli investimenti nell’economia reale, esasperato le diseguaglianze, creato precarietà e destrutturato il modello sociale europeo. L’Europa deve essere terra di diritti, di welfare, di cultura, di innovazione. Dovrebbe aver appreso dalla parte migliore della sua storia e dalle sue tragedie i valori dell’accoglienza, della pace, dell’uguaglianza e della convivenza. L’Unione europea deve affrontare le grandi sfide della nostra epoca restituendo all’idea d’Europa la speranza nel benessere per l’intera collettività, la forza dei diritti e della solidarietà. E’ indispensabile e urgente ridare senso alla politica per eliminare le disuguaglianze ponendo fine alle politiche di austerità e agli strumenti che le hanno attuate, creare coesione sociale e territoriale, dare priorità all’ambiente come leva e motore per un diverso sviluppo combattendo i cambiamenti climatici, ridurre il divario generazionale e di genere, favorire la partecipazione e la cittadinanza attiva con un welfare europeo, ripudiare le guerre e perseguire il rispetto dei diritti, garantire l’accoglienza dei rifugiati e la libertà di migrare, impegnarsi a risolvere i problemi globali che sono causa delle migrazioni. Serve una democrazia europea, dove la sovranità appartiene a uomini e donne che eleggono un governo federale responsabile davanti al Parlamento europeo. Per queste ragioni, intendiamo agire affinché si apra il 25 marzo 2017 una fase costituente che superi il principio dell’unanimità, coinvolga comunità locali, attori economici e sociali, movimenti della società civile insieme a rappresentanti dei cittadini a livello regionale, nazionale ed europeo e si concluda in occasione delle elezioni europee nella primavera 2019. Per queste ragioni abbiamo deciso di promuovere una forte partecipazione popolare il 25 marzo 2017 a Roma e di sollecitare analoghe iniziative in altre città europee.
L’Europa democratica si affermerà solo se i suoi cittadini le faranno cambiare rotta.

http://www.movimentoeuropeo.eu/60%C2%B0-trattati-di-roma.html

1. MOVIMENTO EUROPEO-ITALIA
Organizzazioni associate al Movimento europeo-Italia:
2. ALTERNATIVA EUROPEA
3. ASSOCIAZIONE DEI GIORNALISTI EUROPEI (AGE)
4. ASSOCIAZIONE EUROPEA DEGLI INSEGNANTI (AEDE)
5. ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE EX-COMUNITARI EUROPEI (AIACE)
6. ASSOCIAZIONE ITALIANA DEL CONSIGLIO DEI COMUNI E DELLE REGIONI D’EUROPA (AICCRE)
7. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE ELETTRICI (ANDE)
8. ASSOCIAZIONE PUBBLICI CITTADINI
9. ASSOCIAZIONE UNIVERSITARIA DI STUDI EUROPEI (AUSE)
10. ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI (ACLI)
11. CENTRO EINSTEIN DI STUDI INTERNAZIONALI (CESI)
12. CENTRO STUDI, FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E PROGETTAZIONE SULL’UNIONE EUROPEA
E LA GLOBAL GOVERNANCE (CesUE)
13. COLLEGIO NAZIONALE DEGLI AGROTECNICI E DEGLI AGROTECNICI LAUREATI
14. CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO (CGIL)
15. CONFEDERAZIONE ITALIANA SINDACATI LAVORATORI (CISL)
16. CONFERENZA DEI PRESIDENTI DELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE DELLE REGIONI E DELLE
PROVINCE AUTONOME
17. E.I.P Italia Scuola Strumento di Pace
18. FEDERAZIONE ITALIANA DEGLI ENTI E SCUOLE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE (FIDEF)
19. FEDERAZIONE NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI (FNISM)
20. FONDAZIONE ROMA EUROPEA
21. FORUM TUNISINO PER LA CITTADINANZA MEDITERRANEA
22. INTERCULTURAL COMMUNICATION AND LEADERSHIP SCHOOL (ICLS)
23. ISTITUTO DI STUDI SUL FEDERALISMO E L’UNITÀ EUROPEA PARIDE BACCARINI
24. LEGAUTONOMIE
25.MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO (MDC)
26.MOVIMENTO FEDERALISTA EUROPEO (MFE)
27. OSSERVATORIO “SGUARDO SUL MONDO” APS
28. SINDNOVA
29. SPES – ASSOCIAZIONE PROMOZIONE E SOLIDARIETÀ
30. UNIONE ITALIANA DEL LAVORO (UIL)
2
Altre organizzazioni:
31. ActionAid INTERNATIONAL ITALIA ONLUS
32. AEDE-Francia
33. ALDE IM Italia
34. ALLEANZA ITALIANA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE (ASviS)
35. ASSOCIATION JEAN MONNET
36. ASSOCIAZIONE “PER L’EUROPA DI VENTOTENE”
37. Associazione AMISTRADA – di ROMA (Movimento dei Giovani di Strada e Reti di Amicizia)
38. ASSOCIAZIONE CULTURALE “PERIPLI. CULTURE E SOCIETÀ EUROMEDITERRANEE”
39. Associazione Culturale ALTREVIE di Roma
40. ASSOCIAZIONE DELLE AGENZIE DELLA DEMOCRAZIA LOCALE (ALDA)
41. ASSOCIAZIONE EUdem
42. ASSOCIAZIONE FutureDem
43. ASSOCIAZIONE GARIBALDINI PER L’ITALIA
44. ASSOCIAZIONE GUIDE TURISTICHE ABILITATE ROMA (AGTAR)
45. ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI (ANCI)
46. Associazione Nazionale Famiglie Italiane Martiri Caduti per la Libertà della Patria (ANFIM)
47. ASSOCIAZIONE PER I DIRITTI UMANI
48. Associazione radicale Adelaide Aglietta
49. ASSOCIAZIONE RICREATIVA E CULTURALE ITALIANA (ARCI)
50. ASSOCIAZIONE VOGLIO VIVERE Onlus
51. ATD QUARTO MONDO ITALIA
52. BASIC INCOME NETWORK – ITALIA
53. CENTRO ITALIANO DI FORMAZIONE EUROPEA (CIFE)
54. CENTRO ITALIANO FEMMINILE – Liguria (CIF)
55. CENTRO NAZIONALE PER IL VOLONTARIATO (CNV)
56. CIRCOLO CULTURALE ALDO MORO DI GENOVA
57. CITTADINANZATTIVA
58. COLLEGAMENTO ITALIANO LOTTA POVERTÀ (CILAP)
59. COMITATO “EUTOPÍA 2.0. VERSO GLI STATI UNITI D’EUROPA”
60. COMITATO newdeal4europe
61. CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI (CIA)
62. CoNNGI – COORDINAMENTO NAZIONALE NUOVE GENERAZIONI ITALIANE
63. COORDINAMENTO DI INIZIATIVE POPOLARI DI SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE (CIPSI)
64. COORDINAMENTO ITALIANO DELLA LOBBY EUROPEA DELLE DONNE/LEF Italia
3
65. CS-Civil Service
66. EURISPES – ISTITUTO DI STUDI POLITICI ECONOMICI E SOCIALI
67. EUROPA IN MOVIMENTO
68. EUROPE AVENIR
69. EUROPEAN ALTERNATIVES
70. FEDERAZIONE ITALIANA ASSOCIAZIONI PARTIGIANE (FIAP)
71. FEDERCULTURE
72. FONDAZIONE BRUNO VISENTINI
73. FONDAZIONE LELIO & LISLI BASSO
74. FONDAZIONE MEZZOGIORNO EUROPA
75. FORUM ITALIANO SULLA DISABILITÀ (FID)
76. FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI
77. FORUM NAZIONALE DEL TERZO SETTORE
78. GIOVENTU’ FEDERALISTA EUROPEA (GFE)
79. GROUPE EUROPE UEF
80. LEGAMBIENTE
81. LIBERTA’ e GIUSTIZIA
82.MAISON DES ASSOCIATION EUROPEEN – BRUXELLES
83.MOVIMENTO EUROPEO – FRANCIA
84. RETE DEGLI STUDENTI MEDI
85. RETE DELLA PACE
86. SAUVONS L’EUROPE
87. TAVOLA DELLA PACE
88. TERRE DES HOMMES
89. TRANSFORM ITALIA
90. UEF – Belgio
91. UEF – Francia
92. UEF – Grecia
93. UEF – Repubblica Ceca
94. UEF – Spagna
95. UNIONE DEGLI UNIVERSITARI (UDU)
96. UNIONE FORENSE PER LA TUTELA DEI DIRITTI UMANI
97. VentotenEuropa
98.WILPF Italia (Women’s International League for Peace and Freedom)

CHANGING COURSE TO EUROPE_DEF

CAMBIAMO ROTTA ALL’EUROPA_FR

CAMBIAMO ROTTA ALL’EUROPA_AR

CAMBIAMO ROTTA ALL’EUROPA_DE


foto presa da (http://www.movimentoeuropeo.eu/60%C2%B0-trattati-di-roma.html)

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.