Solidarietà e Cooperazione CIPSI ha aderito formalmente alla Campagna 005, per introdurre una tassa dello 0,05% sulle transazioni finanziarie, destinata a frenare la speculazione, e generare miliardi di euro l’anno per salvare le persone e il pianeta.

logo 005

Mercoledì 2 luglio ti invitiamo a partecipare: 

PARTECIPA! Twitter Storm per la Robin Hood Tax

Quando: mercoledì 2 luglio – ore 13.00-14.00

 Target: Matteo Renzi

  Azione: Twitter Storm

Il Premier Renzi ricorre assiduamente all’uso di Twitter in momenti e contesti diversissimi, i suoi cinguettii risuonano alle ore più disparate del giorno e così abbiamo pensato…                      Perché non provare a recapitargli in massa un messaggio? Va da sé che abbiamo un messaggio, un motivo valido e un’occasione ghiotta..

L’OCCASIONE

Nel primo pomeriggio di Mercoledì 2 Luglio Matteo Renzi sarà a Strasburgo per presentare davanti al Parlamento Europeo l’agenda italiana per la Presidenza dell’UE a guida tricolore per i prossimi sei mesi.

IL MOTIVO
Lo scorso 6 Maggio 10 stati membri dell’Unione Europea hanno pubblicamente annunciato il raggiungimento di un primo accordo per l’introduzione in Europa della prima fase della tassa sulle transazioni finanziarie (TTF o anche detta Robin Hood Tax). Siamo a una svolta? Non proprio! L’accordo è per molti aspetti debole e il negoziato sui dettagli tecnici sarà tutt’altro che in discesa nei mesi a venire.
IL MESSAGGIO
Nel semestre a guida italiana, l’Italia avrà il compito di coordinare i lavori negoziali e favorire il consolidamento dell’accordo. Insieme ad altre campagne europee chiediamo all’Italia di favorire un accordo finale il più ambizioso possibile che preveda una TTF con un’ampia base imponibile e di difficile evasione oltre ad un timing vincolante per le fasi successive di implementazione dell’imposta anti-speculazione. Inoltre è necessario un impegno dei leader europei sulla destinazione delle risorse raccolte per sostenere il welfare, la lotta alla povertà e al contrasto ai cambiamenti climatici in Italia e nei paesi più poveri del mondo maggiormente colpiti dalla crisi. Siamo oltre 750.000 ad aver aderito alla Robin Hood Petition e a chiederne attuazione! Le nostre voci non possono più essere ignorate…
COSA VI PROPONIAMO DI FARE?  E’ semplice!

Vi chiediamo di twittare a Renzi prima del suo discorso ufficiale davanti alla plenaria di Strasburgo, partecipando alla tempesta di tweet  che oltre all’Italia coinvolgerà altri Paesi Europei e tanti cittadini favorevoli alla TTF!

 

Esempio di tweet:
Siamo +750.000 a chiedere un’efficace #RobinHoodTax per combattere la povertà bit.ly/1jR1Ufz @matteorenzi #FTT #TTFlavoltabuona
A voi di crearne anche altri se volete… ricordandovi però di includere:
L’hashtag dello storm:#TTFlavoltabuona. Ne intuite la ragione, vero :-)?
Il link alla petizione: bit.ly/1jR1Ufz
L’account del premier: @matteorenzi
Se le nostre “voci” risuoneranno all’unisono il premier Renzi non potrà ignorare il nostro messaggio!

Passa parola e soprattutto…partecipiamo numerosi!

 

Cosa è la TTF. La cosiddetta  TTF, la tassa sulle transazioni finanziarie, è un’imposta estremamente ridotta, ad esempio dello 0,05%, su ogni compravendita di strumenti finanziari.  Questo non scoraggerebbe i normali investimenti sui mercati, mentre è ben diversa la situazione per chi specula comprando e vendendo titoli nell’arco di pochi secondi o addirittura di millesimi di secondo e che dovrebbe pagare la tassa per ogni transazione. Il peso della tassa diventa progressivamente più alto tanto più gli obiettivi sono di breve periodo. Realizzando 100 operazioni di compravendita sullo stesso titolo dovrei pagare la TTF 100 volte, il che renderebbe l’operazione speculativa economicamente sconveniente.

Non solo. Il mercato dei derivati, con costi delle transazioni molto più ridotte del mercato spot, sarebbe colpito in maniera proporzionalmente maggiore. Al contrario, gli acquisti realizzati con orizzonti di lungo periodo non subirebbero effetti apprezzabili. Questo significa che piccoli risparmiatori, fondi pensione e altri investitori istituzionali trarrebbero beneficio dall’imposta il cui peso ricadrebbe su attori altamente speculativi quali gli hedge fund.
In altre parole la tassa rappresenta uno strumento di straordinaria efficacia nel contrastare il “casinò finanziario” e per riportare la finanza al suo ruolo originario: non un fine in sé stesso per produrre denaro dal denaro nel più breve tempo possibile, ma un mezzo al servizio dell’economia e della società.
La TTF si limita ai mercati finanziari. Altri trasferimenti, come i pagamenti per beni e servizi, le prestazioni lavorative, le rimesse dei migranti, i prestiti interbancari e ogni operazione delle banche centrali non verrebbero tassati in alcun modo.
La dimensione della finanza è tale per cui anche un’imposta dello 0,05% permetterebbe di generare ogni anno un gettito di 200 miliardi di euro nella sola Europa e di 650 miliardi di dollari su scala globale, da destinare al welfare, alla cooperazione allo sviluppo e alla lotta contro i cambiamenti climatici.

 

http://www.zerozerocinque.it/

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.