Campo studio/lavoro
“QUI NULLA È IMPOSSIBILE!
“Per un nuovo Rinascimento Europeo”
19 luglio-29 luglio 2013
Il 19 luglio prenderà il via il 1° campo Lavoro “Qui nulla è impossibile” organizzato dall’Associazione Internazionale Noi Ragazzi del Mondo, Agricoltura Capodarco, il Consorzio Alberto Bastiani, il Cipsi e il CNCA Lazio.
Il campo ospiterà 24 ragazzi, di cui 10 dall’internazionale, selezionati dallo Yap (Youth in Action for peace), che per 10 giorni saranno protagonisti del campo lavoro, che vuole unire lavoro in Agricoltura Sociale e formazione.
L’Agricoltura Sociale come pratica inclusiva, capace di coniugare giustizia ambientale e sociale, sarà il cuore del lavoro che i ragazzi saranno chiamati a svolgere sia presso la Fattoria Sociale Agricoltura Capodarco di Grottaferrata, che presso la Mistica di Roma, dove oltre 100 ettari di terreno ospitano laboratori sociale e parte della produzione della cooperativa Agricola Capodarco.
Durante il campo i ragazzi prenderanno parte al primo corso di Formazione per “Sognatori in Erba” che vuole dare ai giovani gli strumenti per poter tornare a sognare un mondo ed una società più giusta e soprattutto dimostrare come questa sia possibile e realizzabile a partire da loro. Diverse saranno le materie trattate tra cui: Pedagogia del Sogno, Educazione alla ribellione e Nuove Forme di Riscatto con le testimonianze dei ragazzi della Gurfata di Locri, Don Giacomo Panizza di “Progetto sud”, Ciro Corona della Coop Resistenza che gestisce il bene confiscato “ A. Lamberti” alla Camorra di Chiaiano e tanti altri.
I giovani che parteciperanno al campo riceveranno il Primo Diploma di Sognatore, che in linea con il pensiero del Fondatore di Capodarco Don Franco Monterubbianesi, avranno l’arduo compito di divenire i primi diplomati “sognatori” e soggetti propulsivi di una nuova Europa, capace di riscoprire le sue radici e la sua identità. Un’Europa fondata sui diritti umani garantiti e riconosciuti da uno Welfare State all’altezza dei nuovi bisogni. Ai ragazzi che parteciperanno verrà spiegato il valore dei loro sogni, non da mettere da parte, ma recuperare per tornare insieme ad impegnarci per un domani nuovo per noi e per chi, in tutte le parti del mondo, paga le contraddizioni del nostro sistema di sviluppo fondato sull’esclusione, sulla sopraffazione. “Sogniamo insieme un mondo più giusto da costruire
AINRaM – ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE NOI RAGAZZI DEL MONDO onlus
Via Lungro 3 – 00179 Roma. Phone +39 0671299053 Fax +39 06 71280087
C.F. 97134800586 – c.c.p. 17196041 – IBAN: IT 28 W 05584 39140 000000018695
Area attività: info@noiragazzidelmondo.org – comunicazione@noiragazzidelmondo.org – www.noiragazzidelmondo.org
Sede Progetto c/o CIS, Via G. Castano, 39 – 00133 Roma – Tel 062000107/08 2004091 – fax:062005992
sulla forza dell’indignazione e la voglia di cambiamento dei giovani, primi a pagare le conseguenze dei questa crisi che è molto di più di una crisi economica, ma di valori e di sistema”.
Il Campo lavoro “Qui nulla è impossibile” vuole raccogliere la sfida lanciata dal Fondatore di Capodarco, che fin dal 1966 quando fondò la Comunità a Fermo, ha dimostrato con la prassi che il riscatto è possibile per tutti, partendo dai più deboli, in quel caso i disabili, oggi anche i giovani. A fronte di chi vuole piegare i giovani all’infelicità del presente il Fondatore di Capodarco lancia un messaggio forte “ Qui nulla è impossibile e voi giovani sarete quella forza rivoluzionaria che scuoterà l’Europa dalle fondamenta. Insieme costruiremo l’Europa dei padri fondatori, l’Europa sognata da Altiero Spinelli, l’Europa dei diritti umani declinati in un nuovo welfare comunitario.”
Per info sul campo contatta il seguente indirizzo e mail…ilaria80_sgn@yahoo.it
Ufficio stampa
AINRaM

———————–

Campo studio/lavoro: “QUI NULLA È IMPOSSIBILE! HERE NOTHING IS IMPOSSIBLE”. “Per un nuovo Rinascimento Europeo”, 19 luglio-29 luglio 2013.
I GIOVANI DEVONO ESSERE LA FORZA PORTANTE DEL PROCESSO DI COSTRUZIONE DI UNA VERA SOCIETA’ EUROPEA ALL’ALTEZZA DEI TEMPI.
Abbiamo bisogno di governare politicamente a livello europeo l’economia che è impazzita, nel valore assoluto che ha dato ai beni materiali di consumo, per cui come dice Zygmund Baumann, il filosofo e sociologo polacco della “società liquida”, è una questione di vita o di morte dell’intera umanità: “Entro la metà di questo secolo ci verrebbe non uno ma tre pianeti per sopravvivere, se il nostro stile di vita non cambia. La gente verrà uccisa perché alcuni avranno risorse di cui altri avranno un disperato bisogno. Occorre un radicale ripensamento e una revisione del nostro stile di vita e dei valori che lo guidano… la situazione attuale è l’estrema conseguenza per aver messo, al posto dell’umanità, concorrenza e rivalità al posto del grande desiderio e nostalgia che abbiamo per una convivenza basata su cooperazione, condivisone, fiducia reciproca, riconoscimento e rispetto”. La maggior parte dell’umanità vorrebbe ciò, dice Baumann nell’intervista fatta a Roma in questi giorni, ma ci si comporta poi in maniera contraddittoria tra l’ideale e la realtà, ed i politici ci dicono che non c’è alternativa. Baumann ancora ci dice “molti di noi credono che ci sia un’alternativa anche se ci vorranno molta volontà, determinazione e un lavoro impegnativo per renderlo realtà”.
Occorre allora un NUOVO RINASCIMENTO per realizzare ciò. E noi dobbiamo puntare allora proprio sui giovani che cercano di costruire con la forza di visione che hanno, per cui si indignano dei mali che ci circondano, una nuova Politica.

Nuova Politica che noi diciamo di dover realizzare dal basso, per cui i Popoli si alleino per superare i problemi che hanno, e su un pezzo estremamente valido dell’Europa Sociale che abbiamo realizzato già in parte e che va ripreso dal suo abbandono: IL WELFARE. Il Welfare, oggi comunitario, a servizio dei poveri della terra e dei deboli del nostro territorio, in una dimensione che amiamo definire glocale.
Per cui ripartire dal Welfare significa rigenerare democrazia e partecipazione, per questo parliamo di Rinascimento, additando ai giovani il welfare su cui devono impegnarsi, perché sia il Welfare comunitario, dando loro gli strumenti per la loro crescita sociale e politica. La politica vera nasce dal sociale condiviso ed è la qualità e dignità del lavoro, da cui tutti dobbiamo ripartire, come dice la nostra Costituzione.
Da qui il valore di Capodarco da far conoscere nella sua Storia e nella sua prassi.
Il Campo di studio/lavoro lo faremo così sulle nostre realtà di frontiera su cui si evidenziano il valore di servizio all’uomo, in primis il disabile con cui Capodarco ha lavorato da sempre, e poi la dimensione della Mondialità che abbiamo raggiunto nella collaborazione con i ragazzi dell’Africa, protagonisti della loro Rinascita.
Ciò ci fa dire che siamo sorgente vera di Speranza per i giovani dicendo:

QUI NULLA E’ IMPOSSIBILE. L’ALTERNATIVA ESISTE. E’ REALTA’.

I progetti di una economia sociale che funziona sono attivi qui con noi. E possiamo nel campo di Studio/lavoro farli conoscere, capire profondamente ai giovani di Europa di Italia che verranno, per dare ad essi la capacità di sognare.
Sognare insieme per costruire realtà e organizzare la speranza per trasformarla in un cambiamento epocale, che partendo dal protagonismo dei giovani, risvegliati alla loro
coscienza, farà quel cambiamento culturale in cui il rispetto dell’Uomo e della Natura sarà vero e non solo proclamato o desiderato.
Il Rinascimento parte dal basso e matura piano piano, su orizzonti sempre più vasti di riflessione e azione, vissuto e partecipato dai giovani.
SOGGETTI PROMOTORI
 AINRAM Nazionale – Associazione Intern.le Noi Ragazzi del Mondo – Onlus.
 AGRICOLTURA CAPODARCO _ SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE
 CONSORZIO “ALBERTO BASTIANI” – Consorzio che riunisce le Cooperative di Capodarco
 CIPSI YOUNG

PERIODO CAMPO LAVORO:
Dal 19 al 29 luglio

VOLONTARI
Un massimo di 25 ragazzi di età compresa tra i 18 ed i 35 anni.
10 saranno volontari internazionali selezionati dal programma YAP (Youth in Action for Peace).
15 saranno ragazzi Italiani selezionati direttamente dalle organizzazioni proponenti oltre ad una serie di volontari a rotazione in particolare ragazzi dei Castelli Romani.

LOCALITA’
Il campo si svolgerà presso la Fattoria Sociale “Agricoltura Capodarco” sita in via del Grottino snc, Grottaferrata, in Provincia di Roma, dove i volontari alloggeranno, frequenteranno il corso di formazione, ma con attività lavorative da svolgere nelle altre strutture collegate alle organizzazioni proponenti: Tenuta della Mistica, Bazzica (bene requisito alle mafie).

ATTIVITA’

Il campo verrà articolato come percorso di studio e lavoro, con una formazione specifica in relazione al lavoro che i ragazzi saranno chiamati a svolgere, in particolare l’agricoltura sociale, l’economia sociale e welfare comunitario. La formazione verterà inoltre sul tema giovani, politica nella dimensione glocale, analizzando il rapporto tra il globale ed il locale e le azioni possibile per invertire da subito la rotta ed uscire dalla crisi.
Alla fine verrà rilasciato un attestato di partecipazione con una specifica qualifica.
Attività lavorative:
Divisione dei ragazzi in squadre: 3 squadre che a rotazione lavoreranno in Agricoltura Sociale presso:
 Fattoria Sociale “Agricoltura Capodarco” di Grottaferrata
 Tenuta della Mistica sulla Prenestina: 120 ettari di terreno coltivati inseriti nella periferia romana.
 Bazzica: Bene requisito alla Banda della Magliana ed oggi affidata al Comune di Grottaferrata. Il Consorzio Alberto Bastiani è capofila di un progetto di riutilizzo sociale del bene confiscato, futuro polo della legalità e incubatore di anticorpi contro le mafie, attraverso lo sviluppo dell’impresa sociale dei giovani.

ALLOGGIO e VITTO:
I ragazzi dello YAP e quelli Italiani saranno ospitati presso la Casa Famiglia “Milly e Memmo” di Grottaferrata. La casa è dotata di tutti comfort, con un’ampi cucina, ampio salone, 2 bagni comuni e 3 stanze con bagni in camera. La casa è dotata di connessione wireless.
PARTECIPAZIONE AL CAMPO
L’aspetto motivazionale è senza dubbio uno degli elementi discriminanti, la voglia e la curiosità di conoscere ragazzi che vengono da diverse parti del mondo: avvicinarsi all’economia sociale, la passione per il la natura, e grande apertura verso il diverso sia esso disabile, straniero oppure un debole del nostro territorio.
Per il lavoro agricolo non è necessaria una previa esperienza perché i ragazzi saranno seguiti e formati in ciò.
Altro elemento importante di selezione è la conoscenza almeno base della lingua inglese. I ragazzi saranno sempre affiancati da traduttori o facilitatori, ma la conoscenza dell’inglese è elemento fondamentale anche per la formazione.

GROTTAFERRATA:
Grottaferrata è uno dei tanti gioielli dei Castelli Romani, zona prossima a Roma con una identità storico culturale unica, le cui radici si perdono nei secoli, prima della nascita di Roma e si legano in maniera inestricabile con il mito e la leggenda. Grottaferrata insieme ad altri comuni dei Castelli sviluppano il senso dell’Altra Città che si fonda su un patto territoriale per lo rinascita del sociale e del welfare come welfare comunitario. Il Patto territoriale è il frutto del lavoro del Movimento di Capodarco Castelli Romani, ed una specificità del nostro lavoro è la creazione delle case famiglie per “prima del dopo” ed il “dopo di noi”.

CORSO PER SOGNATORI IN ERBA
Al termine verrà rilasciato il seguente attestato di partecipazione “Diploma di sognatore del nuovo Rinascimento Europeo”.
Il percorso di studio/riflessione sarà articolato come workshop, favorendo al massimo la partecipazione dei ragazzi che saranno dunque parte attiva delle varie lezioni. I ragazzi internazionali avranno il testo dell’intervento dei relatori tradotto in inglese e saranno affiancati da traduttori e facilitatori.
Le materie saranno differenziate e spazieranno da:
– Lunedì 22 luglio “Pedagogia del sogno”: Don Franco Monterubbianesi
– Martedì 23 luglio “Educazione alla ribellione”: Ilaria Signoriello
– Mercoledì 24 luglio – Bazzica: da “cosa nostra a bene comune”: Carlo De Angelis
– Giovedì 25 luglio “Agricoltura sociale ed economia sociale” Salvatore Stingo, Roger del Togo
– Venerdì 26 luglio “La nuova frontiera del riscatto” La testimonianza di Ciro Corono e Don Giacomo Panizza
– Sabato 27 luglio “Sud del mondo, sud Europa, sud Italia”: Christian Guzzardi
3 Domenica 28 Luglio: Festa conclusiva con i ragazzi della “Gurfata” della Locride e consegna dei diplomi di “Sognatori del Nuovo Rinascimento Europeo”.

 

INFO: AINRaM – ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE NOI RAGAZZI DEL MONDO onlus
Via Lungro 3 – 00179 Roma. Phone +39 0671299053 Fax +39 06 71280087
C.F. 97134800586 – c.c.p. 17196041 – IBAN: IT 28 W 05584 39140 000000018695
Area attività: info@noiragazzidelmondo.org – comunicazione@noiragazzidelmondo.org – www.noiragazzidelmondo.org
Sede Progetto c/o CIS, Via G. Castano, 39 – 00133 Roma – Tel 062000107/08 2004091 – fax:062005992

ALLEGATO, SCHEDA DEL CAMPO DI LAVORO: SCHEDA LAVORO_ definitivo (1)

 

Articoli con lo stesso argomento:

Tagged with →  

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.