La campagna #Challengingthecrisis ha suscitato un’esperienza di formazione per giovani dell’associazionismo internazionale.  GMA Onlus e alcuni volontari attivi in associazione hanno partecipato, nel weekend del 30-31 gennaio 2016, ad un workshop esperienziale di agricoltura Capodarco, a Grottaferrata, Roma.

La visita a questa realtà di economia sociale e solidale è stata accompagnata da Ilaria Signoriello, portavoce del Forum dell’Agricoltura Sociale e responsabile del progetto ChallengingtheCrisis in Italia e p. Franco Monterubbianesi fondatore della Cooperativa Capodarco.

Seguendo il filo conduttore della promozione dell’inclusione sociale, ricchi dell’esperienza internazionale, hanno potuto osservare la realizzazione locale di pratiche di inclusione pur nel rispetto della diversità, basate su accoglienza e giustizia. I ragazzi di Montagnana hanno visitato le diverse attività che caratterizzano la realtà di Capodarco e di come ciascuna di essa sia fondamentale e ben integrata con le altre. Sono alcuni esempi la fattoria didattica, con la presenza di tre asini per la onoterapia (relazione e cura dell’animale ), il Viva-Io ( un vivaio dove i ragazzi con disabilità preparano i vasi con le piantine ),  un orto biologico con la verdura di stagione, la produzione di vino, una zona dedicata all’agriaperitivo, l’agriturismo con ristorante e un piccolo punto vendita. Le diverse attività fanno parte di un circuito economico virtuoso, che valorizza prodotti e persone. I prodotti “hanno il prezzo” delle storie di chi li produce: è questa l’economia solidale e sociale.

L’economia non è un concetto astratto, traccia la vita di tutti noi, per questo è stato fondamentale “sperimentare” i prodotti della cooperativa Capodarco, con un momento conviviale con la degustazione di pizza e vino bianco, quest’ultimo prodotto senza l’utilizzo di solfiti.

Una serata alla scoperta del rapporto con la terra, del tempo dedicato agli altri, della valorizzazione dell’impegno di ciascuno, degli “ultimi” e del “dopo di noi” come ha definito p. Franco in un piccolo incontro.

Nel pomeriggio, l’incontro con alcuni ragazzi della casa famiglia, l’ascolto delle loro storie, l’impegno degli operatori e l’armonia all’interno della casa hanno mostrato come sia possibile realizzare un futuro con loro protagonisti, valorizzandone le attività e l’impegno, praticando un’economia nel rispetto dell’uomo e della terra.

 

Il giorno seguente si è proposto il confronto con la visita alla “Mistica”, un’area nella periferia di Roma, dove si applica l’agricoltura biologica su terreni in concessione del comune di Roma. Tra le periferie di Roma, trai quartieri più difficili dell’urbanizzazione, è emersa un’oasi in mano al mondo dell’associazionismo, tra i cui protagonisti vi è l’Agricoltura Capodarco.

Dal vissuto di un’esperienza di economia ed agricoltura sociale è nata la pianificazione degli ultimi mesi del progetto Challenging the Crisis, con le iniziative previste per la raccolta firme per ottenere il riconoscimento del 2018 come anno europeo dell’Economia Sociale.

image003.jpg crisis sito

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.