Guido Barbera (presidente CIPSI): La Pace è un dovere dell’umanità. L’unica scelta possibile per il futuro. Per questo Solidarietà e Cooperazione CIPSI con le sue 30 associazioni di solidarietà marcia da Perugia ad Assisi. Con tante motivazioni”.

 

Roma, 8 ottobre 2016  – Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione CIPSI – coordinamento di associazioni di solidarietà internazionale – e membro della Tavola della Pace, che ha organizzato la Marcia per la Pace PerugiAssisi di domani domenica 9 ottobre, ha dichiarato: La Pace è un dovere dell’umanità. L’unica scelta possibile per il futuro. Per questo Solidarietà e Cooperazione CIPSI con le sue 30 associazioni di solidarietà marcia da Perugia ad Assisi. Tante le motivazioni, tanti i perché. Uno è l’impegno concreto per tutti: costruire una cultura della Pace. I 25 Km della marcia sono la testimonianza concreta di una “comunitas” convinta che la convivenza è possibile: tra tutte le persone, tra i popoli, tra le culture, i credi politici e religiosi diversi.

I 25 km della marcia – continua Barbera –  sono per noi l’inizio di un cammino che proponiamo a tutti gli amici che marceranno con noi per chiedere all’Europa intera – premio Nobel della Pace – di impegnarsi a vietare la costruzione ed il commercio delle armi in tutta l’UE. Senza armi, le guerre si spengono! La storia è stata scritta sulle spalle e sulle vite dei più deboli e dei più poveri!  Schiavitù, colonialismo, debito estero, multinazionali… hanno per secoli alimentato il potere e la ricchezza di pochi, costruendo divisioni e muri sociali. La globalizzazione però ha portato le divisioni tra ricchi e poveri all’interno dei nostri Paesi, creando a casa nostra disgregazione,  tensioni, conflitti sociali e non solo. La cooperazione con i suoi progetti non soddisfa più nessuno! La globalizzazione ha aperto le porte al mondo e non si possono richiudere se non ricostruendo le relazioni personali e sociali locali, gestendo i nostri territori con politiche sociali a Km zero, ma allo stesso tempo aperte alle relazioni e alla cooperazione sociale tra i popoli.

Solo la riconversione della produzione delle armi in politiche sociali locali ed il commercio di armi in cooperazione sociale tra i popoli, può ridare un volto umano all’umanità. Questa è la meta della nostra marcia che inizia con la PerugiAssisi, ma continuerà nel dibattito e nelle azioni di ogni giorno”.

“Ogni giorno viviamo una nuova tragedia: in Siria Aleppo è ormai stremata, senza acqua né cibo né farmaci, sotto le bombe, e molti sono i dispersi civili,  migliaia sono i morti nel nostro “Mare Monstrum” per le migrazioni, a Gaza da due mesi manca l’acqua potabile, oltre 30milioni di bambini non torneranno a scuola a causa dei conflitti in atto, di cui 3 milioni solo in Siria.

Quanto dolorosa sia la quotidianità di milioni di persone nel nostro pianeta, non interessa e non fa notizia. Nei nostri media l’informazione sulle gravi crisi umanitarie è passata dal 16,5% del 2004 al 2,7% del 1° semestre di quest’anno.  Certo! Non sono notizie. Non sono scoop! Viviamo nella società della paura, del conflitto e della violenza! Abbiamo perso la Speranza e la capacità del con-vivere. I diritti umani vengono anteposti alla ricchezza, all’economia. Anche per questo partecipiamo alla Marcia PerugiAssisi! Per il diritto alla Pace che non trova più spazio, perché ci imporrebbe giustizia, dialogo, partecipazione, responsabilità. Invitiamo a partecipare in massa a questa Marcia!”.

 

Ufficio Stampa Cipsi, Nicola Perrone, ufficio stampa@cipsi.it, cel. 329.0810937 

Un commento per Il Cipsi marcia da Perugia ad Assisi perché la Pace è un dovere dell’Umanità

  1. […] Il Cipsi marcia da Perugia ad Assisi perché la Pace è un dovere dell’Umanità sembra essere il primo su Solidarietà e Cooperazione […]

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.