XV Rapporto di Sbilanciamoci! “Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente”.

E’ stato presentato il nuovo Rapporto di Sbilanciamoci! su “Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente”.
Il Rapporto di quest’anno – dedicato a Massimo Paolicelli, protagonista del movimento degli obiettori di coscienza e pacifista degli ultimi 20 anni, amico e collaboratore storico della Campagna – oltre ad analizzare criticamente le politiche del governo italiano e di Unione europea, propone una manovra da 26 miliardi di euro (106 proposte dettagliate e concrete), un importo decisamente consistente rispetto a quello previsto dal governo.

Le 49 organizzazioni della campagna Sbilanciamoci! ritengono infatti che nell’attuale situazione, non sia possibile limitarsi a piccoli interventi di facciata.Non servono palliativi, serve una manovra coraggiosa capace di rilanciare l’occupazione e di operare una redistribuzione della ricchezza nel nostro Paese. Occorre prendere i soldi dove ci sono, e impiegarli dove sono realmente necessari. Non è solo una questione di maggiore giustizia sociale: ridurre le inaccetta­bili diseguaglianze di reddito e ricchezza in Italia è un passaggio fondamentale per rilanciare la domanda e l’unica strada da intraprendere peruscire dall’attuale depressione economica…in piedi.

Il rapporto propone un’analisi approfondita del contesto nazionale ed europeo attuale ma anche e soprattutto proposte concrete per cambiare strada:106 alternative specifiche e dettagliate sia sul versante delle entrate che su quello delle uscite. I tagli della spesa pubblica sbagliata, come quella per la Difesa e per le “grandi opere”, possono consentire di investire nel lavoro, nella tutela dell’ambiente e nella redistribuzione della ricchezza a partire dalla sperimentazione di un reddito minimo garantito.

Sbilanciamoci! torna a chiedere al governo italiano un cambiamento di rotta per costruire un’Italia capace di futuro.

SCARICA SINTESI: guida_manovra

FONTE: http://www.sbilanciamoci.org/

Articoli con lo stesso argomento:

Tagged with →  

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.