Da 26 al 30 marzo 2013

Si è tenuto a Tunisi un seminario preparatorio del Forum Sociale Mondiale Tunisia 2013, con la partecipazione di oltre 100 movimenti sociali e organizzazioni di tutto il mondo. L’incontro ha permesso di condividere gli sforzi già intrapresi e di définire insieme un piano d’azione per il restante periodo, in materia di comunicazione, mobilitazione, metodologia e di ricerca di risorse. I partecipanti sono finora circa 200 movimenti. La partecipazione anche a livello organizzativo è aperta alle organizzazioni del Maghreb-Mashreq, dell’Africa e del mondo intero. In tema di comunicazione, i partecipanti hanno potuto constatare il funzionamento del sito web, l’esistenza di un bollettino e di strumenti di informazione in più lingue per consentire a tutti di essere informati e di partecipare al processo di preparazione. La registrazione delle attività, iniziata il 15 ottobre scorso, ha già al suo attivo più di 900 attività e 1200 organizzazioni di tutto il mondo. Dopo aver valutato il cammino fatto verso il prossimo FSM, i partecipanti hanno lavorato per definire un piano di azione per i tre mesi che restano. In particolare sarà data una visibilità al popolo palestinese – è stato deciso che la manifestazione dell’ultimo giorno 30 marzo, che coincide con la “giornata della Terra”, sia una manifestazione di solidarietà con il popolo palestinese -, ai movimenti delle donne, ai movimenti dei migranti e ai movimenti egli “indignati”. E sono state fatte precise raccomandazioni riguardo alla marcia del FSM per garantirne il carattere inclusivo, diversificato, festoso. In merito ai media, è previsto un piano di comunicazione volto a sensibilizzare il grande pubblico attraverso interventi sui giornali, le radio e le televisioni. Tale piano comporta anche la mobilitazione dei mezzi di informazione regionali e internazionali, e sostegno per aiutare la produzione di media alternativi. Infine è previsto un dispositivo operativo nel quadro del “FSM Tunisia esteso” per permettere ai cittadini e cittadine di tutto il mondo di poter seguire i lavori del Forum anche se non fisicamente presenti a Tunisi. E’ stato deciso di chiudere il Forum sociale mondiale il 30 marzo con una manifestazione (marcia) popolare e internazionale di solidarietà con il popolo palestinese per commemorare la “Giornata della Terra”. Per rafforzare la solidarietà tra i popoli, agire insieme affinché le loro lotte iscrivano nel vissuto delle genti, i valori di dignità e di giustizia sociale, dappertutto sul pianeta terra, e affinché il FSM continui ad essere uno spazio globale di resistenza e di alternativa. Info: http://www.fsm2013.org/fr/node/2880

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.