Campagna ICE su pluralismo dei media e libertà informazione. 

http://www.mediainitiative.eu/it/firma-offline/

INIZIATIVA CITTADINI EUROPEI
PER LA LIBERTÀ D’INFORMAZIONE

La libertà e il pluralismo dei media sono sotto attacco in Europa. L’erosione del diritto a un’informazione
indipendente, libera e plurale è una minaccia al pieno esercizio della cittadinanza europea. Ma è un diritto che
i cittadini europei possono rivendicare, firmando oggi a sostegno dell’Iniziativa Europea per il Pluralismo dei
Media. Chiediamo all’Europa, grazie al nuovo strumento di democrazia diretta previsto dal Trattato di Lisbona,
l’Iniziativa dei Cittadini Europei, di salvaguardare con norme comuni e vincolanti il diritto a un’informazione
indipendente e pluralista, come sancito dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea.
L’Italia per troppo tempo è stata un esempio negativo, con un servizio pubblico radiotelevisivo
assoggettato alla politica, oltre alla commistione del potere economico, politico e mediatico consentita per
legge, legittimando così un conflitto d’interesse senza pari al mondo. E purtroppo abbiamo fatto scuola: il
peggioramento della normativa nel nostro paese è stato seguito da mosse restrittive anche in altri, come
l’Ungheria, la Bulgaria e la Romania. Anche in un paese con un sistema mediatico maturo come la Gran Bretagna,
le inchieste in corso sul gruppo Murdoch stanno dimostrando come è la democrazia a soffrire in situazioni di
concentrazione eccessiva dei media.
L’Iniziativa dei Cittadini Europei per il Pluralismo e la Libertà dei Media, che raccoglie oltre cento tra
associazioni e organizzazioni della società civile in tutta Europa, gode anche del sostegno di numerose testate
giornalistiche, di personalità del mondo della cultura, dello spettacolo, della politica e delle università. La nostra
ambizione è quella di mobilitare i cittadini per rivendicare l’impegno delle istituzioni europee a sostegno dei
diritti civili e delle libertà fondamentali, anche quando gli Stati li trascurano, come sempre più sta avvenendo.
Chiediamo, in particolare: 1) un’appropriata ed efficace legge anticoncentrazione nel settore dei media;
2) una garanzia di indipendenza degli organi di controllo rispetto al potere politico; 3) la definizione del conflitto
di interessi per evitare che i magnati dei mezzi di informazione occupino alte cariche politiche; 4) sistemi di
monitoraggio europei più chiari per verificare con regolarità lo stato di salute e l’indipendenza dei media negli
Stati Membri.
Per questo abbiamo bisogno di raggiungere un milione di firme, un numero che permetterà all’Iniziativa
e a tutti i cittadini che partecipano alla campagna di aprire un nuovo processo legislativo a livello Europeo.
Firmare è semplice e può essere fatto anche online.
HANDS OFF THE MEDIA!
Unisciti a noi per difendere i tuoi diritti!
Firma sul sito:
www.mediainitiative.eu

Care/i,

i prossimi mesi saranno decisivi per il successo dell’Iniziativa dei Cittadini Europei per il Pluralismo dei Media ed è proprio per coinvolgervi in questa comune campagna che vi scriviamo.

Prima di tutto, alcune informazioni basilari. L’iniziativa dei cittadini europei (ICE) è un nuovo strumento di democrazia partecipativa transnazionale che consente ad almeno un milione di cittadini, di almeno sette Stati membri dell’UE, di presentare direttamente alla Commissione europea una proposta legislativa. 

L’ICE per il pluralismo dei media chiede alla Commissione Europea di elaborare una direttiva a tutela del pluralismo dei media e della libertà d’informazione in tutto il continente, garantendo l’indipendenza dei media da interessi politici ed economici. Le istituzioni europee devono tutelare il diritto un’ informazione indipendente e pluralista, come sancito dalla Carta europea dei diritti dell’uomo. In particolare, chiediamo:

a) una legislazione efficace per evitare la concentrazione della proprietà dei media e settori pubblicità;

b) garanzie di indipendenza degli organi di controllo dal potere politico;

c) definizione del conflitto di interessi per evitare che i magnati dei media occupano alte cariche politiche;

d) più chiari sistemi di monitoraggio europei che controllino regolarmente la salute e l’indipendenza dei media negli Stati membri.

Ulteriori informazioni le potete trovare consultando i file allegati a questa email o visitando il sito della campagna http://www.mediainitiative.eu/it  (lo stiamo mettendo a punto in questi giorni)

L’iniziativa è stata avviata da European Alternatives assieme all’ Alliance Internationale de Journalistes e riunisce ormai circa un centinaio di organizzazioni, media e organismi professionali di tutta Europa. Vi scriviamo per chiedervi di entrare a far parte del gruppo dei copromotori dell’ICE, contribuendo nei prossimi mesi alla diffusione dei suoi contenuti e alla raccolta firme. In allegato trovate l’accordo di partenariato, che contiene i reciproci “impegni”.

Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento, con la speranza di potervi avere presto con noi come partner della campagna.

Tommaso Fattori per la campagna Iniziativa dei Cittadini Europei per il Pluralismo dei Media

italia@mediainitiative.eu

329-1082649

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.