La Carovana della terra è in visita a Roma, ed inizierà il suo primo giro di incontri  martedi’ 19 Marzo alle ore 18 , presso l’Hotel Emmaus, Via delle Fornaci 23-25, zona Vaticano.  In seguito, verrà ricevuta da papa Francesco  mercoledì 20 marzo, per promuovere la pace e l’abolizione delle armi nucleari, in un momento di turbolenza e di angoscia come questo per tutto il mondo. Giovedì 21 marzo, invece, la Carovana si incontrerà con la sindaca Virginia Raggi, e nello stesso giorno si recherà a Supino per un incontro con scuole medie di Supino, Morolo e Patrica, in collaborazione con AssopacePalestrina, accolti dal sindaco di Supino , Gianfranco Barletta. Ad accompagnare la carovana ci sarà Setsuko Thurlow, sopravvissuta alla bomba atomica in Giappone nel 1945,  che è stata delegata a ritirare il premio Nobel per la Pace per il movimento Ican, e una delegazione di 5 bambine di 13 anni di differenti nazionalità e religioni, che parlano del loro desiderio di pace e si adoperano per la costruzione di un mondo migliore. Infatti, il loro messaggio è : “Se gli adulti non fanno la pace, la faremo noi!”.

Le cinque bambine inoltre porteranno la Fiamma della Pace di Hiroshima, che brucia fin dal 1945,  a sua santità Papa Francesco in Vaticano e pregheranno insieme al Santo Padre per la pace e la giustizia. L’obiettivo del pellegrinaggio della Carovana della Terra per il 2019-2020 è quello di sensibilizzare il mondo intero sulla situazione dei bambini che vivono in condizioni inaccettabili, in zone di guerra, sotto occupazione, oppure come rifugiati.

Ricordiamo quindi il primo incontro che si terrà Martedì 19 Marzo alle ore 18 , presso l’Hotel Emmaus,  Via delle Fornaci 23-25.

Per chi vuole partecipare o ricevere più informazioni in merito può scrivere a questo indirizzo mail lmorgantiniassopace@gmail.com   

oppure chiamare al  3483921465

 

la carovana della terra info presenze (1)

Un commento per Palestina: la Carovana della Terra è a Roma! 19-21 marzo

  1. […] Palestina: la Carovana della Terra è a Roma! 19-21 marzo sembra essere il primo su Solidarietà e Cooperazione […]