INAUGURAZIONE IL 2 APRILE A TORINO. L’ARTE SI FA BUONA: Al Circolo Amantes una serata a sostegno della campagna del CCM per la salute materna e infantile. Opere pittoriche, video e foto d’autore, scatti di fotografi Magnum. Saranno protagonisti della serata più diversa e più buona di Torino.
Dopo il murales realizzato dagli street artist Galo, Reser, Corn, Mr Fijodor, Rems, Mauro Truly Design, Roberto Policarpo aka SR, Maria Bruno aka Sister Flash, Sir Two e Pixel Pancho il 15 marzo scorso in via Luini 1, la Campagna del CCM Sorrisi di madri africane arriva al Circolo Amantes di Torino, dove si riuniranno questi ed altri artisti in una serata d’arte benefica.
Il primo a conoscere il CCM, la sua Campagna e a sposarla è stato Galo, eclettico artista di fama internazionale. Di fronte alla difficile situazione africana, che vede ancora numerosissime le morti per cause prevenibili o curabili, e alla concretezza delle azioni della Campagna Sorrisi di madri africane, Galo ha deciso di attivarsi e ha contattato un gruppo di artisti di fama internazionale. Questi si sono resi subito disponibili per aiutare il CCM a sensibilizzare la popolazione e a dare un importante contributo affinché gli obiettivi prefissati con Sorrisi di madri africane, garantire entro il 2015 una gravidanza e un parto sicuri a 200.000 mamme e assicurare vaccinazioni e cure a 500.000 bambini, risultassero più vicini.

Oltre ad avere interpretato i Sorrisi di madri africane lungo i 20 metri di muro concessi dal Comune di Torino, ogni artista ha realizzato un’opera pittorica ispirandosi al tema della maternità e dell’infanzia.
Tele uniche, caratterizzate da segno e tecnica dell’autore, dal grande valore artistico e anche benefico: il 50% del ricavato della vendita di ognuna sarà destinato ai progetti della Campagna.

“Un contributo prezioso quello di questi giovani e famosi artisti” afferma Marilena Bertini, presidente del CCM “con la loro arte hanno abbellito la città, sensibilizzato la popolazione, offerto un capolavoro alla nostra Campagna. Vogliamo ringraziare la loro sensibilità che dimostra quanto qualsiasi forma di arte, oltre al bello possa portare con sé messaggi di giustizia e di impegno civile. La loro passione e la loro disponibilità ci permettono di far arrivare il nostro messaggio molto lontano con nuove forme.”

Le opere di Galo, Reser, Corn, Mr Fijodor, Roberto Policarpo aka SR, Maria Bruno aka Sister Flash, Werther, Sir Two e Pixel Pancho, accompagnate dalla proiezione dei video di Davide Fasolo e dall’esposizione delle foto di Elisabetta Riccio che hanno seguito e immortalato la realizzazione dell’opera murale, saranno presentate al pubblico nella serata di inaugurazione del 2 aprile alle ore 18.30 e rimarranno esposte all’Amantes per due settimane.

Alle pareti del Circolo spiccheranno anche alcuni scatti tratti dalla Mostra Sorrisi di madri africane che il CCM ha realizzato con la prestigiosa agenzia Magnum Photos.
Istantanee che raccontano le donne, le madri e la società africana, che torneranno a breve in Piazza Carlo Alberto a Torino con una novità: un focus sull’Etiopia proposto attraverso l’obiettivo di Bieke Depoorter, giovane fotografa Magnum.

L’appuntamento è quindi per martedì 2 aprile alle ore 18.30 al Circolo Amantes
di via Principe Amedeo a Torino.

Andrea Galvagno, in arte Galo, durante 10 anni di permanenza a Amsterdam diventa uno dei precursori europei della street art e collabora ed espone con artisti di importanza mondiale. Ha esposto in ogni parte d’Europa, in Giappone e negli Stati Uniti. Tornato in Italia nel 2007 vive e lavora a Torino. Nel 2010 ha aperto la sua galleria privata Galo Art Gallery in Torino. Fortemente legato alla scena post graffitista internazionale, fa della sua arte uno strumento di comunicazione immediato. I suoi soggetti sono il frutto di un’accurata ricerca artistica sul passaggio caotico ma non casuale di persone, espressioni e situazioni della contemporaneità.

Reser è un simbolo della street art per la città di Torino. Già attivo fin dai primi anni ’90, è amante del disegno, delle tags che colano e dei markers. Raggiunge l’Europa del Nord nel 2000. Le visioni dei graffiti in Francia e in Olanda influenzano notevolmente le sue prospettive. Il suo percorso è fatto di bozze, pannelli, murate, tele. Matura una calligrafia gestuale che trasmette sulle superfici murali e su tela. Approfondisce un attento studio degli sfondi e della composizione delle trame calligrafiche che andranno a comporre l’opera finale.

Riccardo “Corn79” Lanfranco è nato a Torino nel 1979. Si è laureato al DAMS presso l’Università di Torino – corso di laurea multimediale, con una tesi di semiotica dal titolo “La bellezza e la decadenza della città. Progetti moderni per la pittura murale e riqualificazione estetica in Italia “, ma la sua carriera professionale e artistica è iniziata già nel 1996.
Promotore della creazione del progetto ‘Murarte’ della città di Torino, nel 2001 ha fondato “il Cerchio e le Gocce” (www.ilcerchioelegocce.com), la prima associazione italiana dedicata alla promozione della creatività urbana.

Mrfijodor è lo pseudonimo di Fijodor Benzo. Nato a Imperia nel 1979, da oltre 15 anni realizza graffiti e disegni. Ha studiato Belle Arti a Cuneo e Valencia; dal 2004 vive a Torino.
Realizza opere il cui soggetto sono di solito forme elementari che veicolano messaggi diretti e ironicamente responsabili; alla base una chiave di lettura semplice, per poter sempre dialogare con il fruitore. Molto spesso, i suoi lavori sono contrassegnati da una critica sociale o ecologica, usando come arma un sorriso infantilmente stupito, più che la ricerca tecnica.

Rems182, Emanuele Ronco, nasce a Torino nel 1982. E’ pittore, illustratore, graphic designer e aerosol artist. In adolescenza si avvicina all’aerosol art, decide di frequentare l’Accademia Albertina di belle Arti di Torino, sviluppando un personale linguaggio pittorico, che si traduce in ritratti e teschi dipinti su carta, tela o muro, sempre di dimensioni importanti e dipinti con tecnica che comprende olio, spray, acrilico e smalti. Diventa co-fondatore del collettivo artistico Truly Design, con cui approfondisce un percorso legato ai graffiti, portando il gruppo a collocarsi fra i più noti in Italia.

Mauro149, Mauro Letterio Italiano, è Socio fondatore dei Truly Design. Nato a Torino nel 1981 è diplomato presso l’Istituto Europeo di Design di Torino. Illustratore, grafico, aerosol artist e docente presso l’Istituto Europeo di Design di Torino. Osservatore divertito e disilluso del mondo, è affascinato dall’infinita quantità di linguaggi che i nostri sensi riescono a sviluppare. Dare forma ai pensieri con il suo immaginario onirico e visionario lo diverte da sempre. I suoi lavori sono quindi racconti, metafore, sogni.

Roberto Policarpo, è un’artista che mix nelle sue opere sapori e colori del mondo. Utilizza un mix di media per trasmettere l’anima e i sentimenti che le persone, le popolazioni e i paesaggi rappresentano ed emanano. Il suo stile è ricco e leggero, rappresenta paesaggi urbani e panorami della natura, il suo tratto sa essere dolce ma anche aggressivo… sintesi di una analisi introspettiva sfaccettata.

Maria Bruno – Sister Flash- Il suo lavoro artistico si distingue per l’uso di colori forti e di una profondità che non finisce mai.
Sister Flash è stata una delle prime in Torino e in Italia ad utilizzare stencils per le strade negli anni 80 quando ancora la street art era alle sue fasi iniziali e sperimentali.

Sir Two, writer dal 1989, illustratore e grafico dal 1993, scultore dal 2002, creativo da sempre, tra i primi writers italiani ad aver lasciato un segno tangibile del suo passaggio.
Sir Two, al secolo Cristiano Luparia, è specializzato in lettere tridimensionali ed opera in vari campi, oltre a dipingere a spray, su ogni tipo di supporto, realizza sculture, grafiche, illustrazioni e loghi. La sua attività principale resta il writing, muri, tele, vetrine… da ormai più di 15 anni. Ha partecipato a numerosi eventi nazionali e internazionali e collaborato con svariate brand italiane e straniere.

Pixelpancho è nato a Torino nel 1984. Fin da piccolo si è appassionata a colore e forme, seguendo il nonno che si dipingeva per passione. Fin da piccolissimo quindi sapeva che l’arte avrebbe avuto un ruolo importante nella sua vita. Nel 2003 si iscrive all’Accademia Albertina di Belle Arti Scuola di Torino per proseguire i suoi studi all’Accademia di Belle Arti di Valencia. E’ riconosciuto come uno degli esponenti più rappresentativi dell’arte urbana.
Werther è nato e cresciuto a Milano 33 anni fa, ora vive a orino. Figlio d’arte. Nel 2006, dopo aver abbandonato la facoltà di Disegno Industriale, i suoi ricordi d’infanzia iniziano a muoversi e a prendere forma tra tele, colori e pennarelli. Ad oggi il suo interesse è rivolto alla sperimentazione del segno, alla ricerca di un misto tra grafica e pittura. L’esasperazione del punto come segno grafico e l’utilizzo rigoroso del greyscale lo caratterizzano. Le sue opere sono a volte estremamente intricate, a volte talmente leggere da essere quasi non sense.

Il CCM è un’organizzazione non governativa che da oltre quarant’anni sostiene processi di sviluppo che tutelano e promuovono il diritto alla salute, con un approccio globale, operando sui bisogni sanitari e influendo sui fattori socio-economici a partire dalla povertà, identificata come la principale causa di mancanza di salute. Si rivolge alle popolazioni più povere e opera nelle aree più svantaggiate del mondo attraverso l’incontro e la collaborazione di persone e comunità in Italia e nei paesi a basso reddito. Interviene attraverso progetti di cooperazione internazionale volti a sostenere le strutture sanitarie esistenti per migliorare l’accessibilità e la qualità dei servizi preventivi e curativi, sia a livello ospedaliero che territoriale, anche nelle aree più remote. A questo scopo garantisce la formazione del personale, l’approvvigionamento di materiale sanitario e di farmaci, l’adeguamento delle strutture e delle attrezzature e promuoviamo attività di sensibilizzazione delle comunità locali.
Il CCM è presente oggi in Burundi, Etiopia, Kenya, Uganda, Somalia, Sud Sudan e in Italia.

In collaborazione con
Galo Art Gallery Il cerchio e le gocce Style Orange

Murarte Circolo Culturale Amantes

Per saperne di più www.ccm-italia.org.

CCM – Comitato Collaborazione Medica
Ufficio stampa – Silvia Trentini
silvia.trentini@ccm-italia.org – 347 3112799

Tagged with →  

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.