Barbera: “Esprimiamo apprezzamento per questa nomina, che rappresenta una novità e un segno di speranza. Ci auguriamo che sia l’inizio di una nuova politica sulla cooperazione, basata sulla relazione tra popoli, sull’integrazione”.

Roma, 16 novembre 2011 – Solidarietà e Cooperazione Cipsi, coordinamento di 45 Ong e associazioni di solidarietà internazionale, esprime il suo apprezzamento per la nomina, nel nuovo governo, di un ministro alla cooperazione internazionale e all’integrazione. “Auguriamo un buon lavoro al neo ministro senza portafoglio Andrea Riccardi – sottolinea Guido Barbera, presidente Cipsi –, uomo di grande esperienza in questi ambiti e tematiche. Auspichiamo che la sua nomina possa segnare l’inizio di una nuova politica sulla cooperazione, che non sia basata sull’assistenzialismo, ma che costruisca un nuovo progetto di solidarietà e di relazioni umane tra i popoli. Che garantisca il rispetto dei diritti umani per tutti e la salvaguardia dei beni comuni. Che sia volta all’integrazione e non all’esclusione e al respingimento. La cooperazione, oggi più che mai, rappresenta il legame trasversale di coerenza tra le politiche. Un legame tra tutte le politiche, in grado di costruire ponti tra le persone e popoli, per una vera convivenza. Oggi più che mai le istituzioni devono garantire legalità, uguaglianza e solidarietà istituzionale e sociale, assicurando eque e giuste risorse per tutti. Auguriamo al prof. Monti, al prof. Riccardi e al nuovo governo di sviluppare il loro lavoro su questi assi, per ricostruire rapidamente una politica che sia al servizio dei cittadini e ridare un volto umano e qualificato al nostro paese a livello internazionale”.

Per informazioni: Solidarietà e Cooperazione Cipsi, tel. 06.5414894, mail: ufficiostampa@cipsi.it, web: www.cipsi.it

Tagged with →