Solidarietà e Cooperazione CIPSI partecipa attivamente alle iniziative per il semestre di presidenza europea dell’Italia, insieme a Concord Italia (http://www.concorditalia.org/documenti/newsletter/). Molte le priorità, in dialogo con il MAE e la Commissione Europea.

Mancano ormai pochi giorni all’avvio dei due “side events” in programma a Firenze: “Feeding the Planet” in collaborazione con Expo dei Popoli, e “For a New Narrative on Mediterranean Future” che presenterà il documento elaborato dalle piattaforme del Sud Europa sulle politiche della UE nel Mediterraneo. Vi alleghiamo di nuovo i programmi dei due eventi, che riportano anche il link per registrarsi.

SCARICA PROGRAMMA 14 LUGLIO: Programma_14Luglio_Feeding_the_planet_

SCARICA PROGRAMMA 15 LUGLIO: Programma_15Luglio_Euro-Med_

 

Abbiamo proposto alcune priorità per noi essenziali. La sfida del diritto al cibo, pensando anche all’occasione costituita da Expo 2015; un ruolo positivo dell’Europa nella definizione di una nuova agenda globale e di un nuovo framework per lo sviluppo per il post 2015; il tema degli attori privati nello sviluppo, analizzandone opportunità e rischi, non dimenticando il ruolo unico dell’APS e il rispetto degli impegni internazionali. Infine, la migrazione vista nella sua quotidiana emergenza, ma anche come opportunità e fattore abilitante dello sviluppo. In particolare crediamo che su questo tema “difficile” l’Europa non possa più ignorare o volgere lo sguardo altrove di fronte alle tragedie che si consumano in un mare che è anche europeo. Al contrario essa deve pensare alla regione Euromediterranea come una grande opportunità per rilanciare una nuova stagione di cooperazione e integrazione. Si tratta di una sfida ineludibile che riguarda tutte le politiche europee anche in termini di coerenza, interesse lungimirante e sicurezza comune.

È stato definito un programma di eventi e di attività che saranno resi possibili anche grazie al loro supporto.

Cominceremo il 14 e 15 luglio a Firenze in occasione dell’incontro informale dei ministri dello sviluppo europei, dove proporremo due eventi. Il primo, sul diritto al cibo il pomeriggio del 14 (http://www.concorditalia.org/events/feeding-the-planet-through-democracy-and-diversity/). Il secondo il 15 mattina, per  presentare con le altre Piattaforme del Sud Europa di CONCORD un primo documento di lavoro sulla cooperazione euro mediterranea (.http://www.concorditalia.org/blog/2014/06/24/il-mare-nostrumin-3d-la-prospettiva-delleuropa-del-sud/).

Parteciperemo infine il 15 pomeriggio in modo attivo e propositivo al dialogo che si svolgerà nell’ambito dell’“evento aperto” con i ministri europei, organizzato dal MAE sul ruolo degli attori privati nello sviluppo.

Invitiamo tutti a partecipare a questi eventi e ai molti che percorreranno tutto il semestre, consapevoli delle difficoltà, ma determinati nel sapere che per cominciare a costruire assieme l’Europa che vogliamo abbiamo bisogno delle risorse e delle idee e delle esperienze dei cittadini e delle cittadine.

images ue download (2) mae valido

Per più Europa e per un’Europa migliore – More and better Europe. Questo progetto è cofinanziato  da: Ue e Mae.

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.