La Corte di Cassazione ha giudicato legittimi i 3 quesiti referendari. Leggi e sottoscrivi l’appello per la moratoria ai decreti Ronchi e Calderoli. Liberiamo l’acqua dal mercato e dal profitto!

Lo scorso 9 dicembre, la Corte di Cassazione ha comunicato al Comitato Promotore dei Referendum per l’acqua pubblica, l’avvenuto conteggio delle firme necessarie alla richiesta dei referendum e ha dichiarato legittimi i tre quesiti referendari. Scarica a questo link l’ordinanza della Corte Suprema di Cassazione con cui si dichiarano legittimi i tre quesiti referendari.

 

In particolare nell’ordinanza si specifica quanto segue:

– è stato accertato il superamento del numero di 500.000 firme necessarie per ciascun quesito;

– non si procede alla concentrazione del 2° quesito con quello promosso dall’IdV;

– si estende il 1° quesito con la seguente frase “nel testo risultante a seguito della sentenza n. 325 del 2010 della Corte costituzionale”;

– si estende il 2° quesito con la seguente frase “nel testo risultante dall’articolo 12 del d.P.R. 7 settembre 2010 n. 168”.

Va sottolineato come le suddette modifiche non incidono minimamente sul contenuto dei quesiti.

Quello della Cassazione è un altro passo avanti nel percorso referendario e nella battaglia per la ripubblicizzazione dei servizi idrici. Siamo sempre più vicini alla liberazione del bene comune acqua dalle logiche del mercato e del profitto.

Adesso tocca alla Corte Costituzionale dare il via libera ai quesiti entro la metà di febbraio 2011, mentre la data del voto è prevista nella primavera 2011. Con l’avvicinarsi del voto popolare, si fa sempre più pressante la richiesta di moratoria, almeno fino a quando gli italiani non si saranno espressi. Infatti, il Forum dei Movimenti per l’acqua sta portando avanti da oltre due mesi una campagna per la moratoria sulle scadenze previste dal “Decreto Ronchi” e dal “Decreto Calderoli”, riguardanti rispettivamente i processi di privatizzazione del servizio idrico integrato e la soppressione delle Aato (Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale). Leggi qui l’elenco degli Enti locali che hanno già approvato atti formali in sostegno della moratoria.

Clicca qui per leggere e sottoscrivere l’appello per la moratoria.

 

Per informazioni: www.acquabenecomune.org.

 

Tagged with →  

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.