Nel mese di giugno e di luglio le attività del progetto PONTI, in Senegal, non si sono arrestate nonostante le elevate temperature.

Abbiamo identificato infatti le sedi dei due sportelli di orientamento dedicati ai giovani e alle donne del Dipartimento di Pikine, volti ad ampliare le loro possibilità di formazione e di impiego. I due locali scelti sono stati la Maison de la Femme di Pikine Est ed il Centro di Formazione Professionale delle Donne e dei Giovani di Thiaroye sur Mer. Gli sportelli saranno gestiti dall’Associazione dei Senegalesi di Ritorno e dal Collettivo di Donne contro l’Emigrazione Clandestina. Abbiamo equipaggiato lo sportello di Pikine Est e consegnato i materiali all’AST – Association des Sénégalais de Turin de retour au Sénégal. Abbiamo poi selezionato gli operatori degli sportelli e i promotori sociali che si occuperanno di organizzare una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche migratorie attraverso metodi innovativi.

Per noi è fondamentale costruire e mantenere buoni rapporti con le istituzioni e le autorità locali, per questo ci stiamo impegnando a coinvolgere sia il Ministero della Donna e della Famiglia che l’ANPEJ, l’Agenzia Nazionale per la promozione dell’occupazione giovanile. Si sono da sempre mostrate molto interessate al progetto PONTI. Insieme alla Ong Arcs, ente capofila del progetto, abbiamo avviato un dialogo con il Programma governativo PAISD – Programma di sostegno alle iniziative di solidarietà per lo sviluppo, e la DGSE – Direzione Generale dei Senegalesi all’Estero.

Parimenti, riteniamo essenziale intessere rapporti di fiducia e collaborazione con le realtà associative locali, quindi abbiamo incontrato alcune associazioni senegalesi  che si occupano delle tematiche migratorie e che lavorano per la sensibilizzazione ai rischi dell’emigrazione irregolare. Tra queste: l’Association des Journalistes en migration et securité (AJMS), l’Association Migration et Developpement, l’Association des Jeunes Rapatriés de Thiaroye-sur-Mer. Con loro abbiamo discusso di possibili future collaborazioni proprio nell’ambito del progetto PONTI.

Prossimamente, ulteriori aggiornamenti!

 

Inclusione sociale ed economica, giovani e donne, innovazione e diaspore
Partner > ARCS • AIDOS • AMS • CIES • CIM • CIPSI • COOPERMONDO •DOKITA • EUROSAPIENZA • GMA • NPSG • OXFAM ITALIA • AMMI • FAST • Amici dell’Etiopia

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.