Barbera (CIPSI):  “Un Parlamento composto da moltissimi ‘Pinocchio’! È inspiegabile il voto contrario di molti deputati che pure in questi anni hanno dichiarato di voler sostenere l’esperienza del servizio civileÈ ora di cambiare rotta!”.

Roma, 12 agosto 2013 –  PD, PDL e la maggioranza che sostiene il governo hanno bocciato – durante la discussione del provvedimento sul lavoro – l’emendamento di SEL che proponeva di aumentare i fondi per il servizio civile. Nell’emendamento di SEL – a prima firma dell’on. Giulio Marcon – si chiedeva di aumentare a 15 milioni per il 2013 e a 50 milioni per il 2014 i fondi per il servizio civile nazionale. Nell’emendamento si proponeva di cambiare anche le coperture finanziarie evitando di prendere le risorse dal fondo per l’otto per mille.

Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione Cipsi – coordinamento di 40 associazioni di solidarietà e cooperazione – al riguardo ha dichiarato:  “Il nostro è un Parlamento composto da moltissimi PINOCCHIO! È inspiegabile il voto contrario di molti deputati che pure in questi anni hanno dichiarato di voler sostenere l’esperienza del servizio civile. Con l’emendamento di SEL avremmo potuto mettere a bando altri 2500 posti per i ragazzi ne le ragazze nel 2013 e altri 8.500 nel 2014. Il testo del governo e approvato alla Camera assegna al servizio civile per il 2013 solo 1,5 milioni di euro: uno stanziamento ridicolo visto che in 6 anni il fondo per il servizio civile è stato decurtato di 220 milioni di euro, da 296 milioni del 2006 ai 76 attuali. Da anni partiti, onorevoli e senatori continuano a promettere di rivalutare il servizio civile e destinare nuovi fondi e sistematicamente ogni volta votano contro dalla destra alla sinistra! L’Italia non potrà mai riprendersi se continuiamo a delegare il compito di governare il Paese a dei maestri di false promesse. È ora di cambiare rotta”.

 

Ufficio Stampa: Nicola Perrone, ufficiostampa@cipsi.it , cel.329.0810937