Copertina sul bimbi Rom morti nel rogo della loro baracca a Roma, aggiornamenti sul Nord Africa. Inserto speciale sui referendum per l’acqua pubblica. Continua la campagna abbonamenti! Info su www.solidarietainternazionale.it

È uscito il numero 03 – marzo 2011

di “SOLIDARIETA’ Internazionale”,

rivista mensile

di fatti, notizie e cose

dal mondo edita da

Solidarietà e Cooperazione – Cipsi:

questo mese focus sui bambini Rom morti a Roma

e dossier speciale sui Referendum per l’acqua pubblica.

 

Abbonati subito!

Puoi leggere “Solidarietà Internazionale” anche on line su www.solidarietainternazionale.it.

Per informazioni sulla rivista e sugli abbonamenti:

Solidarietà e Cooperazione – Cipsi, tel. 06.5414894, fax: 06.5415730,

mail: promozione@cipsi.it e rivista@cipsi.it, web: www.solidarietainternazionale.it e www.cipsi.it.

Ricordiamo che è possibile abbonarsi anche tramite Paypal su www.solidarietainternazionale.it/abbonamenti.html

IN QUESTO NUMERO

Senza Firma

Se il palazzo ha paura

La Copertina: Rom

Bambini Rom al rogo. Sebastian, Patrizia, Fernando e Raul. Quattro bambini, colpevoli soltanto, come ha detto il Cardinale Vicario di Roma, “di essere nati poveri e immigrati”. Con l’aggravante di essere “Rom”. Sono morti nell’incendio della loro baracca. Un atto di accusa per una società che ormai non è neanche più capace di proteggere i bambini. di R. e S. Marcone

L’Argomento

Il Popolo dell’acqua verso i Referendum. Il 12 e 13 giugno andremo a votare per decidere, fra le altre materie sottoposte a referendum, se in Italia l’acqua sarà ancora gestita come bene comune o affidata alle leggi del mercato. Un momento importante di vita democratica che chiede la partecipazione di tutti. Anche per fermare il tentativo del governo di annullare il referendum, facendogli mancare il quorum necessario del 50% più uno dei votanti. La situazione dell’acqua in Italia, le ragioni del Sì, l’approfondimento sui quesiti referendari, l’intervista a Rosario Lembo (presidente del Comitato italiano per un Contratto mondiale sull’acqua), un vademecum di azioni, siti e materiali utili per la Campagna referendaria. a cura di E. Melandri e N. Perrone

L’intervista

Una formichina della pace. Intervista a Gianni Novelli. Non c’è mai nessuna iniziativa per la pace e i diritti in cui non sia presente. Nelle manifestazioni lo vedi sempre in mezzo al corteo. Con alcuni amici, pochi, porta sempre uno striscione del Cipax, Centro interconfessionale sulla Pace, da lui fondato ormai tanti anni fa. Perché Gianni è fatto così. Non diserta le piazze, ma preferisce il lavoro che va in profondità. Che privilegia i contenuti, che continua ostinatamente ad “osare la pace per fede”, anche quando il pacifismo è in fase di “bassa”. di E. Melandri

Contorni&Dintorni

Gibuti: ritornano i pirati. Lasciandosi alle spalle la miseria sonante della Somalia, i pirati non hanno niente da perdere. Pirati e migranti sono la denuncia dello scandalo somalo, di questa terra depredata dai suoi dirigenti da anni incapaci di trovare un accordo, e abbandonata dalla comunità internazionale che le ha provate un po’ tutte collezionando altrettanti fallimenti. di N. Rinaldi

Un mosaico di discriminazioni. Comunità cristiane, spesso di notevoli dimensioni, si trovano anche nei paesi in cui la maggioranza della popolazione è di un’altra religione. Soprattutto in Asia. Non di rado i cristiani subiscono intimidazioni e minacce, sono costretti a nascondersi, in alcuni casi sono vittime di attentati. di L. Giallombardo

Non per potere, ma per servizio. Parla un testimone che racconta la difficoltà per tanti cristiani in India. È in atto uno scontro tra fondamentalismi: quello cristiano guidato da sette che nascono giorno dopo giorno. E quello indù. Gli stessi che hanno ucciso il Mahatma Gandhi. di J. Gorantla

Incognita Egitto. La vittoria schiacciante dei sì al referendum costituzionale ha visto soccombere nelle urne le istanze “rivoluzionarie” dei giovani che avevano riempito la piazza durante la rivolta. Dall’altra parte i militari, i fratelli musulmani, il vecchio establishment. Il passaggio dal regime autocratico di Mubarak alla democrazia non è, nè sarà facile. Ne abbiamo parlato con Stefano Squarcina di ritorno dall’Egitto. di F. Tacchia

Libia: la guerra è sempre una “inutile strage”. Continuano gli sbarchi a Lampedusa. E, da noi, continuano le polemiche isteriche e gli allarmismi. Il Nord Africa e il Medio Oriente sono in fermento. Stanno cambiando i connotati del mondo. Al centro il Mediterraneo. Nel frattempo ci siamo inventati una guerra.

Per orizzonte il proprio ombelico. Nel rapporto Social Watch 2011 si evidenzia la necessità di investire in maniera considerevole sullo sviluppo sociale per porre un freno alla crisi economica che ha colpito il mondo. di L. Manes

Un contenitore di disperazione. Nel cuore di Roma il degrado di 140 rifugiati somali abbandonati a sè stessi. Incrocio di storie di vita, di disperazione, di vana ricerca di un po’ di dignità. Ancora una volta l’Italia è inadempiente con i propri impegni. Anche perchè l’ex ambasciata non è l’unico ghetto dove si ammassano i rifugiati. di M. Peca

Le nuove rubriche di “Solidarietà Internazionale”

Noppaw.org Per raccontare la lunga marcia verso la candidatura delle donne africane al Premio Nobel per la Pace 2011. In questo numero “La carovana delle donne africane”: tutti gli appuntamenti con il Noppaw del mese di maggio. di M. Salluzzo

E ancora

le rubriche di commento, analisi e riflessione di Gianni Caligaris, Tonio Dell’Olio, Giancarla Codrignani, Antonio Nanni, Cleophas Adrien Dioma, Roberto Musacchio, Guido Barbera, Michele Zanzucchi e la bacheca con eventi, appuntamenti e consigli editoriali a cura di Tiziana Miglino.

Articoli con lo stesso argomento:

Tagged with →  

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.