Lancio dei  video della Campagna Taglia le Ali alle Armi: da oggi si può scaricare e diffondere il video che riprende, a partire dall’assurdità di questa spesa pubblica programmata ed in corso, il contrasto con la nostra quotidianità; oggi tocca al pendolare in Stazione!  http://youtu.be/5l5MVYwiUA8

Parte la campagna video contro gli F-35 di “Taglia le ali alle armi”. Una serie di video promossi dalla campagna “Taglia le ali alle armi” renderanno visibile, con una dose di ironia, le contraddizioni e i problemi connessi alla scelta di investire miliardi di euro per l’acquisto dei cacciabombardieri F-35.
Primo appuntamento con “La stazione”…
Prende il via oggi una nuova iniziativa di comunicazione della Campagna “Taglia le ali
alle armi”, la mobilitazione nazionale che dal 2009 chiede la cancellazione del
programma dei caccia F-35. Pensata con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione su questo
tema, da non circoscrivere solo ai momenti di voto parlamentare, la campagna
comunicativa si snoderà attraverso una serie di “lanci” di video da qui alle prossime
settimane. Con trovate spiritose e divertenti si cercherà di sottolineare la preoccupante
inutilità dei soldi investiti negli F-35 e rendere visibile la contrarietà degli italiani – ormai
diffusa e maggioritaria – nei confronti di questi cacciabombardieri. In ogni scena uno
“stratagemma” comunicativo farà cogliere un utilizzo differente, ben più importante e
ancora possibile, dell’ingente quantità dei soldi pubblici ad essi dedicati. Il primo dei
quattro video (attualmente) previsti è ambientato in una stazione ferroviaria, situazione
quotidianamente molto familiare – non sempre in senso positivo – a milioni di pendolari nel
nostro paese.
Grazie al supporto di un gruppo di artisti video, che hanno prestato la propria opera
gratuitamente, da oggi la campagna “Taglia le ali alle armi” avrà uno strumento in
più nella propria opera di sensibilizzazione e pressione nei confronti del Parlamento.
Il primo video della serie sarà visibile dalle 12 di oggi giovedì 21 novembre all’indirizzo
http://youtu.be/5l5MVYwiUA8 (ospitato dal canale dei film-maker) oppure sul canale
Youtube dedicato della Rete Italiana per il Disarmo
http://www.youtube.com/user/ReteItalianaDisarmo

Note sugli autori del video e della serie di “Spot NO F35” per la campagna “Taglia le ali alle
armi”
Giorgio Magarò, 51 anni, regista video, lavora da sempre alla realizzazioni di video e
documentari a carattere sociale e didattico. Ha collaborato per anni con il sindacato
(CGIL), seguendo manifestazioni e vari reportage sul mondo del lavoro. Tra i progetti
sociali, la realizzazione di documentari su temi quali l’handicap, l’Aids, il disagio giovanile e
le dipendenze. Ha partecipato a mobilitazioni nazionali con vari spot: da quelle contro la
guerra (nel 1991 con FGCI) fino alla campagna referendaria contro il nucleare del 2011.
Attualmente realizza progetti sulla problematica del gioco d’azzardo e sulla campagna NO
F35.
Salvatore Laforgia, 55 anni, sempre appassionato di fotografia con un occhio d riguardo
verso la memoria storica, alla fine degli anni 80 ha imbracciato la telecamera andando alla
ricerca di una dimensione documentaristica che potesse caratterizzare un estetica
personale, la scelta più importante degli ultimi anni è sfociata nell’ambito storico e sociale
temi che attualmente sta seguendo con grande interesse. Ha collaborato con compagnie
teatrali nell’ambito videofotografico e come aiuto regia.
__________________________
La campagna “Taglia le ali alle armi” è stata lanciata nel 2009 dalla Rete Italiana per il
Disarmo e da Sbilanciamoci! (cui si è aggiunta in seguito come realtà promotrice anche la
Tavola della Pace) con l’intento di fermare l’acquisto da parte dell’Italia dei
cacciabombardieri d’attacco F-35 Joint Strike Fighter. Principale risultato di questi anni è
stato l’aumento di consapevolezza e di informazione di opinione pubblica e politica nei
confronti di questo progetto, che ha visto nel 2012 una prima riduzione del numero di
velivoli totali previsti.
Le analisi e i documenti della Campagna “Taglia le ali alle armi” contro la
partecipazione italiana al progetto F-35 sono raggiungibili all’indirizzo:
www.disarmo.org/nof35
Ulteriori informazioni sulla campagna si possono trovare anche sui siti delle organizzazioni
promotrici: www.sbilanciamoci.org (Campagna Sbilanciamoci!) – www.disarmo.org (Rete
Italiana per il Disarmo) – www.perlapace.it (Tavola della Pace)
Per contatti stampa
Rete Italiana per il Disarmo: segreteria@disarmo.org – 328/3399267
Sbilanciamoci! – Ufficio Stampa: 06/8841880 info@sbilanciamoci.org
Tavola della Pace – tavoladellapace@yahoo.it

Tagged with →  

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Contatti

Largo Camesena 16, piano 4°, int. 10 - 00157 ROMA

Tel. +39 06 54 14 894
Fax +39 06 59 600 533

C.F. 97041440153

Commenti e suggerimenti: cipsi@cipsi.it
Posta certificata Cipsi: cipsi@pec.cipsi.it

Solidarietà e Cooperazione CIPSI

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 30 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale.

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. Opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.