Questa economia uccide più delle bombe! Serve una mobilitazione straordinaria. Da Perugia ad Assisi: 11 ottobre 2020

L’economia mondiale sta diventando sempre più ingiusta e insostenibile: uccide più delle bombe, semina guerre e tensioni, alimenta la povertà, la disoccupazione e l’esclusione sociale. Con queste parole, il 12 ottobre 1997, più di centomila persone marciarono da Perugia ad Assisi invocando “un’economia di giustizia”. Da allora molte cose sono peggiorate.

La crescita vertiginosa delle disuguaglianze e delle ingiustizie è diventata la prima e più grave minaccia alla pace nel mondo. Il riscaldamento globale e il cambiamento climatico che ci sta investendo sono le conseguenze più evidenti di questo disastro planetario. Dopo cinque decenni di negoziati e accordi, una nuova, spaventosa, corsa al riarmo nucleare sta minacciando l’annientamento della vita sulla terra.

Un’altra economia è necessaria e urgente. Un’economia di pace e fraternità, fondata sul disarmo e la sostenibilità. Per costruirla serve una mobilitazione straordinaria che contribuisca a rafforzare ed estendere il lavoro di tutti quelli che stanno cercando di percorrere le vie del cambiamento, analizzando i problemi, avanzando proposte politiche, realizzando esperienze di economia civile, circolare, sostenibile, sociale e solidale, di comunione, del bene comune, della conoscenza aperta.

Per questo abbiamo deciso di convocare una nuova, grande, Marcia PerugiAssisi “per un’economia di pace e fraternità” da tenersi domenica 11 ottobre 2020.

La preparazione di questa Marcia, che si salderà con tante altre iniziative nazionali e internazionali, ci dovrà servire a illuminare ed estendere le esperienze positive che si stanno portando avanti nelle nostre città e ad affrontare assieme i problemi che ancora non sono stati risolti. Siamo infatti convinti che lavorare, studiare, progettare, camminare assieme verso Assisi sarà un prezioso “generatore di pace”. Per questo contiamo sul contributo attivo della vostra organizzazione.

Nella speranza di ricevere quanto prima l’adesione di molti, vi inviamo i più cordiali saluti.
Flavio Lotti
Tavola della Pace

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.