“SE GESÙ NASCESSE OGGI…”

“SE GESÙ FOS­SE NATO OGGI … le prin­ci­pa­li agen­zie e te­sta­te, gior­na­li­sti­che e te­le­vi­si­ve, avreb­be­ro aper­to con la se­guen­te no­ti­zia”:

“Ieri, 24 di­cem­bre, un “neo­na­to” è sta­to tro­va­to in una stal­la.

La po­li­zia si è im­me­dia­ta­men­te re­ca­ta sul po­sto e sono in­ter­ve­nu­ti i ser­vi­zi di so­cia­li.

Un fa­le­gna­me e una mi­no­re (pre­su­mi­bil­men­te la ma­dre) sono sta­ti trat­te­nu­ti in cu­sto­dia.

Que­sta mat­ti­na mol­to pre­sto, le au­to­ri­tà sono sta­te in­for­ma­te da un cit­ta­di­no del­la pe­ri­fe­ria di Be­tlem­me che una fa­mi­glia com­po­sta da per­so­ne sen­za fis­sa di­mo­ra ave­va oc­cu­pa­to la sua stal­la.

Al­l’ar­ri­vo sul po­sto, la po­li­zia ha tro­va­to un neo­na­to av­vol­to in pan­ni e sen­za pre­cau­zio­ni igie­ni­che, che dor­mi­va in una man­gia­to­ia ri­pie­na di pa­glia.

Il fa­le­gna­me, in se­gui­to iden­ti­fi­ca­to come Giu­sep­pe (di Na­za­ret), si è op­po­sto alle au­to­ri­tà che por­ta­va­no via il bam­bi­no per met­ter­lo in un po­sto si­cu­ro. È sta­to aiu­ta­to da di­ver­si pa­sto­ri e da tre stra­nie­ri sen­za do­cu­men­ti. Que­sti tre stra­nie­ri, che si fin­ge­va­no di es­se­re ma­ghi, sono sta­ti ar­re­sta­ti.

Il Mi­ni­ste­ro del­l’In­ter­no sta in­da­gan­do in me­ri­to al­l’o­ri­gi­ne di que­sti tre uo­mi­ni pro­ba­bil­men­te di­ret­ti a Ca­lais. Il pre­fet­to ha con­fer­ma­to che non ave­va­no do­cu­men­ti di iden­ti­tà, ma che de­te­ne­va­no oro e pro­dot­ti so­spet­ti pre­su­mi­bil­men­t il­le­ci­ti. In­ter­ro­ga­ti, si sono av­val­si del­la fa­col­tà di non ri­spon­de­re, so­ste­nen­do che sa­reb­be sta­to Dio a dire loro di fare così … I pro­dot­ti so­spet­ti sono sta­ti in­via­ti al la­bo­ra­to­rio per le ana­li­si.Il luo­go in cui è sta­to por­ta­to il neo­na­to non è sta­to co­mu­ni­ca­to. La ma­dre è sta­ta por­ta­ta al­l’o­spe­da­le uni­ver­si­ta­rio di Be­tlem­me per esa­mi me­di­ci e psi­chia­tri­ci. Lei af­fer­ma di es­se­re an­co­ra Ver­gi­ne e che il bam­bi­no vie­ne da Dio. Se­con­do il ser­vi­zio so­cia­le cui è sta­to af­fi­da­to il caso, il pa­dre ha cir­ca cin­quan­t’an­ni men­tre la ma­dre cer­ta­men­te non è mag­gio­ren­ne. Sono in cor­so ac­cer­ta­men­ti per ve­ri­fi­ca­re qua­le re­la­zio­ne esi­sta tra i due. Esclu­so ogni so­spet­to di pe­do­fi­lia, si ipo­tiz­za un caso di sot­tra­zio­ne di mi­no­re …Se il suo sta­to men­ta­le lo con­sen­ti­rà, po­treb­be es­se­re in­cri­mi­na­ta an­che per omis­sio­ne di soc­cor­so ad una per­so­na in sta­to pe­ri­co­lo. Il con­su­mo di stu­pe­fa­cen­ti, pro­ba­bil­men­te por­ta­to dai tre stra­nie­ri, deve sen­za dub­bio es­se­re pre­so in con­si­de­ra­zio­ne in casi si­mi­li. Inol­tre, sono sta­ti pre­le­va­ti cam­pio­ni e cam­pio­ni di san­gue per tro­va­re le im­pron­te di­gi­ta­li del DNA ne­ces­sa­rie per l’in­da­gi­ne. Se­con­do le ul­ti­me no­ti­zie, ap­pren­dia­mo che i pa­sto­ri pre­sen­ti sul­la sce­na af­fer­ma­no di aver vi­sto un uomo alto, tut­to ve­sti­to di bian­co, che ha or­di­na­to loro di an­da­re nel­la stal­la, pri­ma di vo­la­re mi­ste­rio­sa­men­te via. Non vie­ne esclu­sa l’i­po­te­si che l’uo­mo sia poi sa­li­to a bor­do di un UFO …

–       L’op­po­si­zio­ne è in­di­gna­ta dal fat­to che il go­ver­no non sta met­ten­do in atto una pro­te­zio­ne suf­fi­cien­te per im­pe­di­re a qual­sia­si UFO di sor­vo­la­re il no­stro spa­zio ae­reo. Chie­de un’in­chie­sta par­la­men­ta­re.

–       I green ci ri­cor­da­no che ac­cen­de­re un fuo­co di le­gna in una stal­la è una fon­te di in­qui­na­men­to …

–       L’e­stre­ma si­ni­stra de­nun­cia que­sto ca­pi­ta­li­smo sel­vag­gio che au­men­ta gli af­fit­ti e im­pe­di­sce alle fa­mi­glie po­ve­re di ave­re un al­log­gio de­cen­te.

–       Il Pre­si­den­te del Con­si­glio ha di­chia­ra­to che dal­la sua ele­zio­ne in poi il go­ver­no ha aper­to mol­ti nuo­vi luo­ghi di ri­fu­gio per evi­ta­re di la­scia­re le fa­mi­glie per stra­da, men­tre il suo pre­de­ces­so­re le ave­va can­cel­la­te.

Una cel­lu­la di cri­si è sta­ta isti­tui­ta sot­to la gui­da del pre­fet­to Ero­de; tale au­to­ri­tà de­nun­cia l’e­si­sten­za di un com­plot­to di cui ha sen­to­re da tem­po. Si po­tran­no se­gui­re gli svi­lup­pi e le im­ma­gi­ni in di­ret­ta su TV e, alle 17.30, su “Toc­ca a te” si ter­rà un di­bat­ti­to sul tema “è pos­si­bi­le ve­ni­re alla luce in una stal­la an­co­ra oggi?” alla pre­sen­za di più ospi­ti: – il no­stro col­le­ga che ha stu­dia­to “la stra­da per tut­ta la vita”, 

– un so­cio­lo­go do­cen­te pres­so l’I­sti­tu­to di stu­di po­li­ti­ci, spe­cia­li­sta in in­si­cu­rez­za so­cia­le,

– lo scrit­to­re Hugo Vic­tor che ha scrit­to “les Mi­sé­ra­bles”

– e il si­gnor Pon­zio Pi­la­to in rap­pre­sen­tan­za del go­ver­no”.

… pri­ma con­clu­de­re vi se­gna­lia­mo che, alla luce del­l’e­sa­me me­di­co che ha con­fer­ma­to che la ra­gaz­za mi­no­re era Ver­gi­ne, la cop­pia è sta­ta mes­sa in cu­sto­dia cau­te­la­re con l’ac­cu­sa di ra­pi­men­to di neo­na­to …”.

Ahi­mè, non c’è nien­te da ri­de­re, mol­to da me­di­ta­re.

Roberto Savio

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.