La scienza (e l’economia) per la salute di tutti. Per un vaccino contro il coronavirus mondiale comune, pubblico, gratuito.

di Riccardo Petrella

Proposta per un’alleanza cittadina mondiale.

L’umanità non ha bisogno di alcuna guerra dei vaccini. Non v’è alcuna ragione valida perché il futuro vaccino (o vaccini) sia di proprietà privata delle imprese farmaceutiche, come minimo per  i prossimo 15-20 anni.
Noto a tutti è che esse operano prioritariamente negli interessi dei proprietari dei  loro capitali, producendo e commercializzando (grazie ai sussidi pubblici e alle normative pubbliche) farmaci destinati soprattutto a curare  i malati  che possono pagarne il prezzo fissato dalle imprese stesse. 
Il denaro continua a schiavizzare la salute. Non è vero che la scienza e l’economia sono al servizio della gente. Ci sono altri destinatari, i padroni prima della gente. 
Sabato 18 aprile, l’associazione Agorà degli Abitanti della Terra,  attiva in vari paesi del mondo (dall’Argentina al Belgio, dal Cile alla Francia, dal  Brasile al Cameroun, dal  Québec all’Italia, il Portogallo, la Germania,, ‘India….) ha deciso di lanciare la proposta per una campagna internazionale il cui obiettivo è di far adottare  un protocollo mondiale su  un brevetto comune e pubblico sul vaccino contro il coronavirus. A tal fine, si propone che la campagna sia concepita, programmata e pilotata da una rete mondiale di associazioni, movimenti e istituzioni da costituire. La molteplicità e diversità di iniziative in questo campo è fondamentale ed auspicabile. Altrettanto lo sono alleanze continentali e mondiali solide. Le “vie nazionali ” e le  “vie parrocchiali” (soprattutto d’interesse corporativo e/o ideologico) non sono sufficienti. L’importante è evitare che il vaccino (o i vaccini) contro la pandemia di Covid-19 sia l’ennesimo atto di espropriazione economica, sociale e politica da parte di poteri forti privati con  il sostegno dei poteri pubblici nazionali e internazionali.
La scienza deve cessare di essere uno strumento utilizzato principalmente al  servizio delle guerre, della potenza e dell’ ingiustizia. La conoscenza è una “res publica” grazie alla quale si costruiscono le comunità umane giuste, responsabili, “ricche”, gioiose, libere,  pacifiche e  fraterne. 

Bruxelles,  22 aprile 2020, Giornata Internazionale della Madre Terra 


Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.

Un pensiero riguardo “La scienza (e l’economia) per la salute di tutti. Per un vaccino contro il coronavirus mondiale comune, pubblico, gratuito.

I commenti sono chiusi