Servizio civile, Feliciana Farnese è la nuova presidente della Consulta nazionale

È stata eletta il 29 luglio all’unanimità nella prima riunione dell’organismo nominato lo scorso 21 luglio dal Ministro Spadafora. Farnese è la prima donna, oltre che la prima rappresentante nazionale dei giovani operatori volontari, ad essere eletta per questo ruolo. Succede a Diego Cipriani.

Feliciana Farnese è la nuova Presidente della Consulta nazionale del Servizio Civile Universale. È stata eletta il 29 luglio all’unanimità nella prima riunione dell’organismo nominato lo scorso 21 luglio dal Ministro con delega, on. Vincenzo Spadafora. Farnese è la prima donna, oltre che la prima Rappresentante nazionale dei giovani operatori volontari, ad essere eletta per questo ruolo e succede a Diego Cipriani, attuale membro della Consulta per Caritas Italiana.

Laureata in Scienze Politiche all’Università degli studi di Napoli “Federico II”, giornalista e attualmente collaboratrice di alcune testate napoletane, è stata eletta Rappresentante nazionale per la Macroarea del Sud nel maggio 2016, durante il suo anno di servizio civile con l’ente campano AMESCI.

Il suo impegno come Rappresentante nazionale è conciso in larga parte con la recente riforma del servizio civile universale, in particolare con l’approvazione del D.Lgs. 40/2017 e poi di quello successivo n. 43 del 2018. Rimasta in carica oltre la naturale scadenza del suo mandato biennale, per via della proroga della Consulta legata proprio all’entrata in vigore della riforma del servizio civile universale, il suo impegno scadrà il prossimo 19 dicembre quando l’Assemblea nazionale dei delegati dei volontari sarà chiamata ad eleggere il suo successore in Consulta nazionale per la Macroarea del Sud insieme a quello per la Macroarea del Nord. 

“Sono felice che a guidare la consulta del Servizio Civile Universale sia stata eletta una rappresentante dei volontari: Feliciana Farnese, una giovane donna che sicuramente onorerà al meglio la sua nuova carica. – ha commentato il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, che ha partecipato alla riunione – Ho voluto fare di persona i miei migliori auguri a lei e alla nuova Consulta del Servizio civile universale, riunitasi oggi per il loro primo incontro”. E poi ha aggiunto: “Il lavoro che li aspetta sarà davvero importante anche in virtù delle nuove sfide che si troveranno ad affrontare in questo delicato periodo storico. Aumentare il numero di volontari nell’ordinario ci darà la sicurezza di avere ragazze e ragazzi capaci, generosi, formati e in grado, lo abbiamo visto, di adeguarsi alle situazioni di emergenza. Perciò, dopo i 21 milioni aggiuntivi già stanziati, dobbiamo fare un passo in più. Ho già inviato al MEF, in vista del “Decreto Agosto”, la richiesta di ulteriori fondi. Inoltre è mia volontà avviare da settembre un percorso che, d’intesa con il Parlamento, porti ad integrare la legge sul servizio civile universale per attuare finalmente un piano strutturale, con una prospettiva che sia minimo triennale, con una quota annuale e stabile di almeno cinquanta mila volontari”.

Fonte: redattore sociale

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.

Un pensiero riguardo “Servizio civile, Feliciana Farnese è la nuova presidente della Consulta nazionale

I commenti sono chiusi