“Future” sull’acqua: la finanza speculativa scommette sulla crisi idrica

Dal seguente articolo, pubblicato su Il Sole 24 Ore, “Acqua più preziosa dell’oro? Negli Usa il primo future tenta gli speculatori“: la creazione del primo future al mondo sull’acqua.
Si sancisce così la definitiva finanziarizzazione di questo bene comune.
Dopo la finziarizzazione dei gestori e delle infrastrutture si sferra l’attacco finale alla risorsa in sé attraverso un sistema di vendita globale di diritti di sfruttamento e, di fatto, scommettendo sulla crisi idrica fancendola così diventare occasione per creare nuove opportunità di profitto.


Una deriva pericolosa e preoccupante da contrastare fortemente convinti, come sostiene V. Shiva, che la crisi idrica è una crisi ecologica che ha cause commerciali, ma non soluzioni di mercato.

(Dal Forum dei Movimenti per l’Acqua)

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.

Un pensiero riguardo ““Future” sull’acqua: la finanza speculativa scommette sulla crisi idrica

I commenti sono chiusi